Bernardini ai piedi del podio in MX2 ad Arco di Trento

Bernardini ai piedi del podio in MX2 ad Arco di Trento

L’MXGP del Trentino, andato in scena ad Arco (TN) nel fine settimana, ha rappresentato la prima gara stagionale in Italia


Grazie a delle belle prestazioni, Samuele Bernardini ha emozionato il numeroso pubblico presente. Il giovane pilota toscano si è subito trovato a proprio agio sulla dura pista di Arco di Trento e nella manche di qualifica ha ottenuto il sesto posto facendo segnare ottimi riferimenti sul giro. Al via di gara 1 Samuele è stato eccezionale grazie ad una grande partenza: alla prima curva era secondo, posizione che ha mantenuto per buona parte della gara. Sul finale, a causa di un doppiato che gli è caduto davanti, ha perso terreno chiudendo sesto. Da notare che Bernardini ha fatto segnare il miglior tempo assoluto della prima manche. In gara 2 alla prima curva Samuele è stato ostacolato da alcuni avversari che gli hanno fatto perdere diverse posizioni. Al primo giro “Berna” è transitato in 15° posizione ma grazie alla sua velocità ha recuperato giro dopo giro e negli ultimi chilometri ha strappato la sesta piazza. Grazie a questi due risultati, ha chiuso il suo Gp con un’ottima quarta posizione assoluta e consolidato la sua nona posizione in classifica generale. Ad Arco di Trento sono scesi in pista anche i giovani dell’Europeo MX125, in cui Paolo Lugana è riuscito a qualificarsi per le due manche di gara. Il giovane pilota lombardo, forse anche a causa della pressione, ha commesso troppi errori e non ha potuto prendere punti; soprattutto in gara 2, nonostante le cadute, a sprazzi ha dimostrato di saper tenere un buon ritmo e di poter lottare per le posizioni nobili della classifica. Prossimo impegno Mondiale ed Europeo, il 28 e 29 maggio a Talavera de la Reina (Spagna).
Marco Ricciardi, Team Manager TM, commenta così la gara: “Una gara incredibile, in cui Samuele nella prima manche è partito fortissimo, era secondo e ha tenuto un ritmo altissimo. Peccato che un doppiato lo abbia ostacolato facendogli perdere diverse posizioni. In gara 1 ha fatto segnare il miglior tempo assoluto. Nella seconda manche partiva molto carico e alla prima curva un

avversario in un contatto lo ha fatto cadere. Da 15°, al primo giro ha fatto una rimonta incredibile soprattutto nelle ultime tornate. Non è stata una gara semplice per le forti pressioni che aveva ma ha gestito tutto alla grande. Devo ringraziare tutto il team per il grandissimo lavoro svolto e ora abbiamo 10 giorni per prepararci al meglio per la gara in Spagna”.
Thomas Traversini, Commissario Tecnico FMI: “Lugana è alle sue prime esperienze internazionali e, soprattutto in questa fase, i problemi fanno parte del gioco. In qualifica non è riuscito a completare un giro senza avversari davanti, quindi è stato più lento di un secondo rispetto al suo potenziale e non è potuto partire davanti. In gara, sabato ha commesso degli errori, domenica ha fato vedere a sprazzi un buon ritmo. Tutto ciò gli permetterà di fare esperienza. Parlando degli altri italiani, davvero molto bravo Gianluca Facchetti nonostante qualche errore; bene anche Yuri Quarti e il sammarinese Zanotti”.


2016-05-17 - 10308