Ferrari Challenge Gobbo impressiona Budapest

Ferrari Challenge Gobbo impressiona Budapest


Il Ferrari Challenge si è spostato in Ungheria per la prima tappa europea delle 3 in programma fino al 15 settembre, per poi chiudere il campionato in casa a Vallelunga. Fine settimana caldissimo che ha messo a dura prova uomini e vetture ma che ha anche regalato molte soddisfazioni ai tanti piloti intervenuti nel ricco programma di gare allietando i numerosi tifosi accorsi nel rinomato tracciato alle porte di Budapest. Patrick Gobbo è stato protagonista nel Trofeo Pirelli del Ferrari Challenge con la sua migliore prestazione stagionale, non solo dal punto di vista del risultato finale, ma in generale per il suo veloce apprendimento nei confronti della Ferrari 458 del Team Pellin. Dopo 2 ottime qualifiche rispettivamente in 8^ posizione per gara 1e 5° posto, poleman della Coppa Giovani per gara 2, Patrick si è distinto con la sua guida aggressiva ma mai esagerata che solo in alcune occasioni ha portato all’errore. Ad esaltare pilota e team soprattutto la gara del pomeriggio con lotta fianco a fianco con gli avversari per ben 10 giri, senza mai toccate ma con tanti sorpassi nonostante il tracciato ungherese sia da sempre “difficile” per questa manovra. Al 12° giro, proprio mentre superava con successo Blancardi per la 4^ posizione un problema al motore con relativo principio d’incendio hanno costretto il pilota di Montebelluna a fermarsi a bordo pista in zona commissari, che hanno prontamente messo in sicurezza la vettura evitando grandi danni. Patrick Gobbo: “sono combattuto se essere felice o deluso. È vero che potevo portare a casa tanti più punti, ma alla mia prima stagione in Ferrari mi rendo conto che sto imparando tantissimo e molto velocemente. Anche qui in Ungheria in poco tempo e grazie a tutto il team, siamo riusciti a sistemare bene la macchina e prendere anche la pole di categoria in gara 2. Certo mi manca ancora un po’ di esperienza soprattutto nel corpo a corpo, altrimenti oggi sarei stato molto più avanti. Però i tempi sul giro vengo fuori subito,

sono sempre più vicino ai primi dell’assoluta, la macchina me la sento bene e mi piace guidarla… quinti per me il fine settimana è stato molto positivo e credo che se riesco a continuare così per fine anno mi toglierò ancora molte soddisfazioni.” Il prossimo appuntamento con il Ferrari Challenge è in un altro storico circuito della Formula 1, a SPA Francorchamps in Belgio a metà Luglio.


2012-07-02 - 10396