Kevin Gilardoni l’assalto al rally del Ticino avverra’ su Fiesta WRC

Kevin Gilardoni l’assalto al rally del Ticino avverra’ su Fiesta WRC

Accordo tra il pilota della Movisport e l’A-Style Team per correre il Rally del Ticino su Ford Fiesta Wrc 1600 : il vincitore assoluto 2016 gareggerà per la seconda volta su una vettura 4x4


Kevin Gilardoni e Corrado Bonato tenteranno anche quest’anno l’assalto al Rally Internazionale del Ticino, gara del Campionato Assoluto Svizzero che nel 2016 fu vinta proprio dall’equipaggio della scuderia Movisport su una Hyundai Wrc. Il pilota di Soazza ha deciso di cambiare rispetto ad un anno fa e questa volta ha scelto la Ford Fiesta Wrc 1600cc per puntare al successo: sarà un esemplare preparato dall’A-Style Team, squadra corse di Porlezza dal curriculum internazionale.

Si tratterà della seconda esperienza assoluta su una vettura 4x4 per il pilota nato proprio a pochi chilometri dalla sede del team; dopo un’intesa con Fabio Butti ed un test pre gara, le parti hanno formalizzato l’accordo. La vettura sarà equipaggiata con pneumatici Pirelli e avrà il numero 8.

Dichiarazioni del pilota: “Sono sempre emozionato quando mi devo presentare al via del Rally del Ticino perché è il mio rally di casa; lo sarà anche per la maggior parte delle aziende che mi supportano e che cercherò di far ben figurare con la voglia di finire come lo scorso anno. Ripetersi è sempre difficile ma noi daremo il massimo per raggiungere questo obiettivo. La gara quest’anno si è maggiormente aperta sul territorio abbracciando anche la zona di Balerna, al confine cantonale; ciò aiuterà a dare maggior lustro all’evento e di conseguenza a tutti i partner che hanno scelto di sposare il mio progetto e che per questo ringrazio sin da ora. Un grazie va anche a Fabio Butti di A-Style Team con cui sono entrato subito in sintonia e che ha cercato di aiutarmi nella realizzazione di questo …sogno; le Wrc sono le Formula Uno dei rally e sono davvero orgoglioso di poterne utilizzare una al top nella corsa di casa dove rappresenterò tutte le aziende locali che mi supportano in questa fantastica avventura”.

Presentazione dell’equipaggio e della vettura- Mercoledì 21

giugno a Cadenazzo, presso il Gruppo Cadei, Kevin Gilardoni e Corrado Bonato sveleranno in anteprima la Ford Fiesta A-Style Team già allestita con le grafiche di gara. A partire dalle 18.30 ci sarà un ricco apericena a buffet dove sono stati invitati i partner ed i tifosi.

Luoghi e tempi del Rally del Ticino: La corsa elvetica partirà venerdì 23 giugno da Corso San Gottardo, nel centro di Chiasso: dapprima le vetture verranno esposte per essere ammirate e fotografate dal pubblico mentre alle ore 18.45 avverrà la cerimonia di partenza a cui farà seguito un riordono di un’ora e trenta. Alle ore 20.30 si disputerà la prima prova speciale chiusa al traffico, la “Penz” in zona “Chicco d’Oro” a Balerna: lunghezza dello stage sarà 3,580 km. Dopo il prologo serale le vetture entreranno in regime di parco chiuso a Lugano Cornaredo per poi uscirne la mattina seguente, sabato 24 giugno. Si comincerà subito col piatto forte della corsa che è la celebre Valcolla quest’anno portata a ben 14,580 chilometri di stage: la prima vettura partirà alle 10.13. La terza prova sarà la Isone, all’interno dell’area militare, dove i concorrenti affronteranno i 6,740 chilometri a partire dalle 11.06. Dopo un riordino di un’ora e quindici presso la Planzer di Bioggio (dalle 11.51 alle 13.06) ed un Parco Assistenza- dove i meccanici potranno intervenire nelle operazioni di ripristino e riparazione delle auto a Lugano/Cornaredo (zona Stadio dalle 13.21 alle 13.41), i concorrenti affronteranno ancora le prove di Isone (ore 14.24) e Valcolla (15.27). Un altro bis di riordino (ore 16.07) e assistenza (16.52) precederà l’ultimo tratto cronometrato che sarà quello di Isone (17.55) che vedrà così la sua terza disputa giornaliera.

Al termine, la carovana di bolidi si dirigerà verso la centralissima piazza Riforma di Lugano dove alle 18.45 avverrà la festa finale con la

premiazione direttamente sul palco degli equipaggi vincitori.

Tutte le aree di gara –prove speciali, parco assistenza, partenza ed arrivo- sono ad ingresso libero mentre il solo riordino è vietato a pubblico e concorrenti.

Così un anno fa- Al debutto su una 4x4 e per giunta su una potente Wrc, la Hyundai i20 della HMI, Gilardoni e Bonato affrontano in maniera spavalda le sei prove speciali abbondantemente colpite da una forte pioggia. Contro i pronostici che vedono favoriti i numerosi driver d’esperienza presenti, Gilardoni impone la sua legge con una prova di forza che con merito lo proietta al comando della gara dal primo all’ultimo metro: cinque speciali vinte su sei programmate (una sospesa) sono il suo ruolino di marcia. Per il giovane driver di Soazza è la prima vittoria assoluta della carriera maturata davanti a mostri sacri come Felice Re, Sebastien Carron, Gregoire Hotz, Marco Paccagnella e Ivan Ballinari.


2017-06-21 - 5867