Thomas Pascoli fermato da una foratura al Rally della Val d'Orcia

Thomas Pascoli fermato da una foratura al Rally della Val d'Orcia

Al Rally della Val d'Orcia con una Peugeot 207 Super 2000 il portacolori di PR Group centra la terza piazza di classe con l'amaro in bocca.


Si è deciso tutto in quei pochi chilometri che separavano il pilota preparatore Thomas Pascoli dallo start della prima prova speciale di Radicofani. Sceso in campo nell'edizione 2015 del classico appuntamento del challenge Raceday, quello con il Val d'Orcia che assumeva quest'anno i contorni del Rally Day, con una Peugeot 207 Super 2000 uscita dalla propria factory friulana il pilota di PR Group puntava ad un posto al sole nella propria classe con l'occhio ben attento anche alle classifiche di gruppo ed assoluta. Poco dopo l'apertura dei giochi è invece arrivata la doccia fredda, che ha spento ogni possibile entusiasmo, sotto forma di una foratura che ha costretto Pascoli, affiancato dalla compagna Eva Narduzzi, ad incassare un passivo di oltre quattro minuti che ha irrimediabilmente decretato la fine dei giochi. Carico di rabbia agonistica l'alfiere della scuderia veneziana si è lanciato subito all'attacco segnando due terzi ed un secondo tempo parziale. Nell'ultima tornata il driver friulano firmerà ancora due secondi di classe a conferma che dietro al velocissimo Dalmazzini il podio, seppur giunto con un buon terzo gradino, poteva quasi certamente tramutarsi in qualcosa di più.


2015-11-06 - 1667