Ilario Bondioni e Maria Panteghini su Skoda al comando del Camunia Rally

Ilario Bondioni e Maria Panteghini su Skoda al comando del Camunia Rally

Dopo le due affermazioni di Tosini nelle prove di ieri, oggi è Bondioni il mattatore con tre scratch nelle prime tre speciali: il pilota originario di Niardo ha un vantaggio di 10”5 su Tosini; entrambi gareggiano con Skoda Fabia R5. Lotta aperta per il terzo posto: Varisto sbaglia e perde posizioni ma tenta la rimonta su Bianchi. Ronchi leader delle Due Ruote Motrici


La seconda giornata del Camunia Rally 2017 è iniziata sotto l’insegna di Bondioni: se ieri era stato Tosini ad imporsi nelle prime due prove speciali, seppure con un distacco risicatissimo, oggi è stato invece Ilario Bondioni con alle note Maria Panteghini a vincere le prime tre prove di giornata passando al comando del rally. Il pilota di Niardo, che quest’anno sta affinando il suo talento grazie alla formativa esperienza nel Campionato Italiano Wrc, ha preso subito in mano la situazione già dalla Ps3 Deria dove Tosini ha tentennato a seguito di un ostacolo trovato in mezzo alla carreggiata: si trattava delle gomme di protezione toccate da Varisto pochi istanti prima. Bondioni e la Panteghini (team DP Autosport) però hanno ribadito la loro forza nei due seguenti stage con distacchi più decisi su Tosini e Peroglio, anch’essi su Skoda ma della PA Racing. Dopo tre speciali Bondioni si trova dunque al comando con 10”5 di vantaggio su Tosini e 58”1 su Bianchi. Proprio Bianchi, con Righetti e Varisto, sta animando la lotta per il terzo posto, al momento incerto. Gianluca Varisto infatti (Ford Fiesta Erreffe) aveva preso un buon ritmo salvo urtare delle gomme messe a protezione di un taglio sulla Ps3. L’urto per nulla violento ha avuto però due conseguenze: la prima è stata quella di deconcentrare il pilota che nel tornante successivo si è girato perdendo ulteriori secondi; l’altra è stata quella di ostacolare parzialmente Tosini che ha dovuto cambiare traiettoria per affrontare la curva seguente. Ora Bianchi (Fiesta by Banchi) e Righetti (DS3 GF Racing) sono davanti a Varisto che però nella Ps5 ha già ridotto il gap dai due rivali che lo precedono. Due ruote Motrici - Ottima gara del locale Alan Ronchi (Clio S1600 Top Rally) affiancato da Mattia Orio: la serrata lotta di classe con Pasquini-Melesi (id. PR2 Sport) sta per ora dando ragione al pilota di casa anche grazie ad un problema ai fari che Pasquini ha accusato nella speciale notturna

di ieri. Anche tra le R3 la battaglia è aperta: Pogna e Maifredini (Clio R3C Officina PRT) comandano la classe ma un problema di propulsione in Ps3 ha fatto perdere loro parecchio tempo. Rivaldi-Zambetti (DS3 R3T Mediaprom) continuano la loro bella gara nella top-ten nonostante l’afflosciarsi di una gomma e sebbene ravvicinati dagli orobici Lozza-Fiorendi (Clio R3C Officina Ceriani). In R2B il camuno Mirko Farea (di Berzo-Demo) col piemontese Gonella è il leader a bordo della Peugeot 208 (GF Racing); a 12”5 segue il duo bergamasco Zanga-Pellicioli (id. Autotecnica2). Buoni exploit di Fanetti-Tripiciano e Comendulli-Guerra (entrambi su Twingo) nonostante il primo appia pizzicato uno pneumatico a fine Ps4. Perde tempo il camuno Pedrocchi che nel corso della Ps3 ha rotto un semiasse dovendo proseguire a rilento anche nella stage successiva (Clio R3T DP Autosport). Ritirati per guasto meccanico Stefano Pedretti-Maurizio Moroni (Mitsubishi Lancer Evo X N4) e il locale Fabio Branchi con Davide Metaldi (erano leader di A5 prima della rottura della campana del cambio). Out anche Ponchiardi-Pasini (Citroen Saxo Rs 1.6) fermati anch’essi dal cambio.


2017-07-03 - 4538

Ilario Bondioni

Maria Panteghini
Bondioni Skoda
Bondioni Camunia Rally