Cerqui Comandini (BMW M6 GT3)i, imbattibili in gara-1 e prima vittoria della stagione

Cerqui Comandini (BMW M6 GT3)i, imbattibili in gara-1 e prima vittoria  della stagione

Già leader indiscussi tra gli equipaggi non professionisti con ben sette successi consecutivi, ieri i portacolori di BMW Team Italia si sono imposti anche nell'assoluta davanti alle due Ferrari 488 di Schirò-Cioci e Malucelli-Cheever


E’ stata davvero un bella vittoria quella ottenuta ieri al Mugello in gara-1 del 4° round del Campionato Italiano Gran Turismo da parte dell’equipaggio Cerqui-Comandini al volante della MW M66 GT3. L’equipaggio di BMW Team Italia, infatti, ha conquistato la prima vittoria assoluta precedendo le due Ferrari 488 di Schirò-Cioci e Malucelli-Cheever e ha consolidato la leadership della classifica generale riservata agli equipaggi non professionisti siglando il settimo successo consecutivo. Un trionfo meritato per i colori BMW, giunto dopo un duro lavoro da parte di tutto il team che ha lavorato alacremente per l’intera nottata per sostituire il motore dopo le due sessioni di prove ufficiali. Sul podio, al termine della gara, sia Cerqui che Comandini hanno voluto condividere questo successo con tutti i componenti della squadra. “E’ andata benissimo, una gara quasi perfetta – dichiara Cerqui - l’unica pecca è stata la partenza dove la maggiore potenza delle altre vetture mi ha costretto a cedere alcune posizioni, ma che nella prima fase di gara sono riuscito a recuperare quasi tutte. La macchina andava molto bene, anche se debbo dire che il week end non è stato facile perché nonostante la mia pole, il team per precauzione ha preferito cambiare il motore. Debbo quindi ringraziare tutta la squadra per il gran lavoro svolto tutta la notte che ci ha permesso di avere una macchina al top e vincere per la prima volta in questa stagione l’assoluta. Un bravo anche al mio compagno Stefano che ha fatto un ottimo secondo stint.” “ Mi associo a quanto detto da Alberto – ribatte Comandini - non c’è nulla da aggiungere, per quanto mi riguarda la cosa che mi preoccupava di più era la safety car perchè dopo la ripartenza avevo il timore di commettere qualche errore, ma non è stato così. Al restart sono scattato bene e sono riuscito a prendere qualche secondo sugli inseguitori, vantaggio che ho ben gestito nelle fasi finali e portare al team una splendida vittoria ampiamente

meritata per il gran lavoro svolto nella sostituzione del propulsore. Ora ci attende gara2 con un handicap tempo di 15 secondi, ma sono convinto che ci difenderemo bene anche in questa occasione.” Grazie alla settima vittoria consecutiva tra gli equipaggi non professionisti, Cerqui e Comandini dominano la classifica provvisoria Super GT3 con 140 punti davanti a Veglia-Valente (Lamborghini Huracan) a quota 99.


2017-07-18 - 8218