Domenica alle 9.30 scatta la 55^ Svolte di Popoli, Cubeda in pole

Domenica alle 9.30 scatta la 55^ Svolte di Popoli, Cubeda in pole

Tutto pronto per la prova abruzzese del TIVM dopo le prove ufficiali. Il catanese impone il ritmo con l’Osella Fa30. In evidenza anche Zardo, al lavoro sulla sua “rivoluzionata” Lola B99/50, e i due Conticelli. Attese vibranti sfide in ogni categoria


E’ il catanese Domenico Cubeda il miglior interprete delle due prove della 55^ Svolte di Popoli, prestigioso appuntamento del TIVM Nord e Sud in calendario questo fine settimana in Abruzzo. Completato il primo utile assaggio con il percorso di 7530 metri dalle porte della cittadina pescarese al bivio di San Benedetto in Perillis, domenica 6 Agosto l’evento prenderà il via alle ore 9.30 quando il direttore di gara Fabrizio Fondacci darà il semaforo verde di gara-1 e, a seguire, di gara-2. Il tecnico tracciato di gara, che si conferma ad alto gradimento fra i piloti protagonisti, sarà chiuso alla viabilità ordinaria alle ore 7.30. Nelle ricognizioni disputate sabato Cubeda ha affrontato le due salite di Popoli al volante della sua nuova Osella Fa30 Zytek preparata da Paco74 e da Armaroli che porterà per la prima volta in gara in Abruzzo dopo i successi colti nel 2013 e nel 2014 sulla “sorella minore” Pa2000 Honda. Il portacolori catanese della Cubeda Corse si è detto soddisfatto dei due positivi riscontri delle prove, ma ha preferito non apportare alcuna variazione sulla sua prototipo-monoposto di classe 3000, se non al termine della giornata in vista poi delle due salite competitive di domenica. Il driver etneo, sostanziale detentore del TIVM Sud, dovrà adattare i rapporti e migliorare il feeling con il fondo, non avendo potuto sfruttare un grip ideale soprattutto nella prima manche di prova. In evidenza al sabato si è messo Denny Zardo, che sta utilizzando le “Svolte” come un utile banco di sviluppo per la sua Lola B99/50 Zytek praticamente rivoluzionata dal punto di vista dell’aerodinamica e del gruppo sospensioni. Zardo ha infatti riscontrato una non perfetta incisività in curva dovuta a eccessivi saltellamenti per la scelta di un assetto troppo rigido. Assetto che lo ha costretto ad alzare il piede soprattutto nella seconda ricognizione. Il trevigiano della Speed Motor dovrà inoltre tenere d’occhio le temperature della sua monoposto. In grande spolvero altri due

siciliani, Vincenzo e Francesco Conticelli, padre e figlio, al volante rispettivamente di una Osella Pa30 Zytek e di un’Osella PA2000 Honda, entrambe del gruppo delle biposto E2Sc. “C’è da migliorare ancora abbastanza - ha detto Conticelli Junior -, ma non è andata malissimo considerando che non corro qui dal 2011, anno in cui gareggiavo tra le CN. Dobbiamo lavorare per risolvere le noie d’elettronica. In gara ci sarà da lottare anche con il gran caldo”. In evidenza in prova un’altra monoposto, quella del trentino Giancarlo Graziosi, portacolori della scuderia MPM su una ammirata Formula su telaio Tatuus F.Master. Primo tra le CN il ravennate e detentore del gruppo in TIVM Nord Franco Manzoni, molto incisivo sulla Osella PA21 Evo Honda di Classe 2000 nei colori Speed Motor curata da Fattorini Motorsport. Il trentino Adolfo Bottura ha mostrato i muscoli in gruppo E2Sc nella prima manche sulla Osella Pa21 JrB con motore motociclistico Bmw da 1000cc, mentre tra le vetture del gruppo E1 ha lanciato il guanto di sfida il marchigiano di Pergola Marco Sbrollini sulla spettacolare Lancia Delta Evo. Tra le vetture Racing Start Plus, bene in evidenza in ambedue le manche di prova il gommista di Martina Franca Vito Tagliente, sulla Mini Cooper. Tra le ammiratissime Gran Turismo, spicca l’aquilano Tommaso Colella sulla bianca Ferrari F430 in configurazione GT Cup, mentre l’altro ferrarista Luigi Perchinunno paga una non perfetta concentrazione e, dal punto di vista tecnico, una errata scelta della pressione delle gomme. Ha patito problemi di alimentazione invece alla sua Porsche 997 il campano della Scuderia Vesuvio Gabriele Mauro. Tornando alle Racing Start bene anche l’esperto bergamasco Mario Tacchini e in evidenza sia Maria Giulia De Ciantis, per la quale Popoli rappresenta la gara di casa, sia la testimonial della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Rachele Somaschini. La milanese, abituale frequentatrice delle salite tricolori, è presente a Popoli per testare le nuove

configurazioni della Mini Cooper. Sarà certamente uno tra i protagonisti della gara in gruppo A il driver locale Antonio Di Giambattista che sta imponendo la sua buona conoscenza del percorso tra le 1600 sulla sua fida Citroen Saxo nei colori Autosport Abruzzo, mentre in Gruppo N sarà ancora un pilota locale ad avere intenzioni di primato, Vincenzo Ottaviani su Citroen Saxo della Pave Motorsport. Tra le vetture del gruppo Produzione sarà l’esperto pilota campano Teodoro Franzese su Fiat Ritmo 130 l’uomo da battere tra le 2000, stessa classe della spettacolare Opel Calibra 2000 dell’ascolano Gialindo Filaggi. In 1600 infine in evidenza l’esperto popolano Pietro Chiarelli su Honda Civic. Non mancheranno sfide accese tra i contendenti dell’alloro tra le auto storiche. In primis ci sarà l’eclettico pilota campano Gennario Ventriglia sulla sua fida X19 di 3 Raggruppamento Classe Sil1600 ad imporre il suo ritmo, mentre tra le "Bicilindriche" si è già messo in evidenza in prova e lo farà certamente in gara, il calabrese alfiere della Sila Racing Mirko Paletta su Fiat 500.


2017-08-07 - 6660

Domenico Cubeda Osella FA 30 Svolte di Popoli
Domenica alle 9.30 scatta la 55^ Svolte di Popoli, Cubeda in pole

Svolte di Popoli Cubeda

Svolte di Popoli Zardo