Rally di Reggello-Città di Firenze 90 equipaggi iscritti

 Rally di Reggello-Città di Firenze 90 equipaggi iscritti

La gara della Reggello Motor Sport, in programma per questo fine settimana, propone un plateau di iscritti di alto livello, pronto a raccontare storie di alto profilo tecnico e sportivo


Siamo arrivati alla resa dei conti, per il 10° Rally di Reggello-Città di Firenze, in calendario per questo fine settimana, con il primo dato importante, quello delle adesioni, che in totale hanno toccato il considerevole tetto delle novanta unità. Auto stoiche e moderne, gara di “regolarità sport” e raduno, caratterizzeranno i due giorni reggellesi con questo evento organizzato da Reggello Motor Sport, affiancata da ACI Firenze, valido per il Campionato Regionale ACI Sport Toscana/Umbria, mentre per la parte storica, quella propria del “Reggello Storico – Coppa Città dell’Olio” ha la validità del TRZ-3^ zona, che comprende le regioni di Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio ed Abruzzo. Ed a conferma che le “storiche” sono un punto fermo ed irrinunciabile, a Reggello, quest’anno verrà proposta la gara di “Regolarità Sport”, inserita nel Trofeo Tosco-Emiliano, iniziativa che va a soddisfare le esigenze dei praticanti della specialità in Emilia Romagna e Toscana, proponendosi anche a quelli delle regioni confinanti. I MOTIVI SPORTIVI: TUTTI CONTRO SENIGAGLIESI, CHE CERCA IL TRIS DI ALLORI Grandi “nomi” e grandi vetture, per una gara che avrà da dire molto. Il primo ed importante dato è quello che saranno al via tutte le vetture di categoria R5 omologate in Italia, un record certamente in Toscana, ma anche una particolarità non facile da individuare a livello nazionale. Il Campionato Regionale Toscano arriva nella sua fase “calda”, le auto storiche anche, con le classifiche dei varii raggruppamenti del TRZ assai corte ed incerte. Argomenti che si sprecano, dunque a Reggello, dove certamente l’osservato speciale sarà il pisano Carlo Alberto Senigagliesi, uno dei piloti più redditizi della Toscana, il quale andrà alla ricerca del tris di allori dopo quelli del 2014 e 2016. Per farlo, affiancato dal fido Morganti si proporrà con la Peugeot 208 T16 R5, dovendosi confrontare con diversi che puntano in alto, a partire dal valtellinese Marco Gianesini

(con Bergonzi), vincitore del 2015, stavolta al via con una Skoda Fabia R5, per proseguire con l’interessante debutto dello spezzino Claudio Arzà, affiancato da Castiglioni, su una Ford Fiesta R5. I posti al sole dell’assoluta sono poi prenotati dal gentleman emiliano William Marti, con Cecchi alle note, terzo lo scorso anno, il quale si ripropone anche lui con una Fiesta, ma anche dal fiorentino Marco Cavalieri (Citroen DS3 R5), dall’evergreen Brunero Guarducci, con la Hyundai i20 e sarà interessante poi seguire la prestazione della inedita Mitsubishi Space Star, il cui sviluppo in Italia è affidato ai fratelli Giordano, che l’hanno fatta debuttare la scorsa primavera. Pensano in grande anche i varii Mauro Lenci (Peugeot 306 maxi), in corsa per il titolo regionale, per il quale è al comando della classifica provvisoria con 4,5 punti su Fabio Pinelli, qui in gara con una Renault Clio R3, ed attenzione anche alle due vetture di S2000 presenti, la Abarth Grande Punto di Fiore-Nannetti e la Peugeot 207 dei livornesi Tucci-Gabbricci. Alla top ten assoluta ci pensa poi il locale Tiberio Bettini, di nuovo con una Renault Clio S1600, come ci pensano anche il lucchese Andrea Simonetti ed il fiorentino Giacomo Matteuzzi, entrambi con la Renault Clio R3. Con le Peugeot 208 R2 sarà interessante vedere la sfida tra l’esperto ed anche velocissimo lucchese Luca Pierotti, tra l’altro vincitore della gara nel 2009 ed il giovane di belle speranze Tommaso Ciuffi. Spumeggiante si annuncia anche la parte storica, anch’essa ricca di nomi, belle vetture e quindi di argomenti forti. Il sammarinese Graziano Muccioli e la sua Porsche Carrera RS cercano il secondo successo dell’anno in Toscana dopo quello al Rally Abeti, inseguendo quindi punti importanti per il secondo raggruppamento del TRZ, certamente non passerà inosservata la presenza di un altro sammarinese di blasone, Giuliano “lupo” Calzolari, pilota estremamente veloce e spettacolare, che certamente, con la sua Ford

Escort farà rimanere tutti a bocca aperta per quello che farà vedere sulla strada. Atteso è anche il fiorentino Marco Nuti. Atteso ad una riconferma del successo del 2016, con la sua Renault 5 turbo e sicuramente il confronto a tre per il terzo raggruppamento del TRZ, tra il pistoiese Piergiorgio Barsanti (Ford Escort, al comando con 46 punti, ma obbligato da ora ad operare uno scarto), l’aretino Marco Bertelli (Opel Ascona 400, a 30 punti) ed il fiorentino, spettacolare e velocissimo, Max Fognani, con l’A112 Abarth. Rilevante anche la presenza del senese Alberto Salvini, reduce da una grande prestazione la settimana passata in Friuli, stavolta in gara non con la sua Porsche ma con una Lancia Fulvia Hf. Alessandro Maraldi, anche lui con una Porsche Carrera RS punta al successo e sarà sicuramente interessante anche vedere gli elbani Galullo, con la loro Lancia Fulvia HF. I PALCOSCENICI DELLE SFIDE SCELTI DALLA TRADIZIONE DELLA GARA Una sfida, quella di Reggello, che sarà proposta sulla stessa linea dell’anno passato, ad iniziare dalla location di partenza ed arrivo, a Cascia di Reggello, adiacente alla Pieve dei Santi Pietro e Paolo, una tra le più interessanti e preziose pievi in Italia per la qualità delle opere d’arte (tra cui il trittico del Masaccio, del 1422) e per l'impianto architettonico romanico, riferibile al tardo XII secolo. In totale, il 10° Rally di Reggello-Città di Firenze, che avrà il proprio quartier generale alle Scuole Elementari di Cascia di Reggello, conta otto prove speciali, per una distanza competitiva di 83,800 chilometri a fronte del totale di 250,400. Sono strade ricavate dalla tradizione del rally, che negli anni hanno ricevuto ampi consensi da parte di chi corre ed anche da parte degli appassionati delle corse su strada oltre che dagli addetti ai lavori. PROGRAMMA DI GARA La mattina di sabato 2 settembre sarà impegnata con le verifiche sportive e tecniche (ore 09,00-14,00), al pomeriggio - ore 14,00-18,00 -

avrà luogo lo shakedown (il test con le vetture da gara, sulla SP “Setteponti), poi sarà la volta della bandiera di partenza, che sventolerà a partire dalle ore 21,30, con le prime a partire che saranno le vetture storiche. I concorrenti si sfideranno con la prima prova speciale di “Pietrapiana” (Km. 9,600, che aprirà ed anche chiuderà la contesa), per poi portarsi al riordinamento notturno previsto in Piazza Aldo Moro a Reggello dalle ore 23,09. L’indomani, domenica 3 settembre, la prima vettura uscirà alle ore 08,00 ed a seguire si potranno ammirare le restanti sette sfide: “Reggello” (su due passaggi - Km. 15,00), “Rignano” (su due passaggi - Km. 8,800) e la già menzionata “La Panca” (su due passaggi – Km. 8,500). La bandiera a scacchi inizierà a sventolare a partire dalle ore 17,24.


2017-09-01 - 4402

Rally di Reggello

Città di Firenze