Scola su Osella vincitore della 63^ Coppa Nissena

Scola su Osella vincitore della 63^ Coppa Nissena

neo campione Italiano sulla FA 30 Zytek è uscito vincitore per 14 centesimi di secondo dal serrato duello con Magliona grande protagonista sulla Norma. Alla fine 14 centesimi il gap tra i due. Sul podio anche Nappi su Osella. Doppietta di Ligato in CN. D'Amico, Migliuolo e Scappa sono Campioni Italiani di gruppo A, N e RS turbo. Svolgimento regolare per la gara dell'Automobile Club Caltanissetta dopo la partenza ritardata per il temporale


Il neo Campione Italiano Domenico Scola al volante della Norma M20 FC Zytek equipaggiata con gomme Avon, ha impresso il suo sigillo anche sulla 63^ Coppa Nissena, 11° e penultimo round di Campionato Italiano Velocità Montagna. Il giovane cosentino della Jonia Corse è uscito vincitore per soli 14 centesimi di secondo alla fine, dal serrato ed appassionante duello con il sardo Omar Magliona, l’alfiere della CST Sport sulla biposto di gruppo E2SC curata dal Team Faggioli e dotata di gomme Pirelli che ha assottigliato il gap in gara 1 a due centesimi di secondo. Terzo il sempre energico partenopeo Piero Nappi, il portacolori Scuderia Vesuvio anche lui sulla Osella FA 30 Zytek, molto efficace nella guida malgrado un assetto non perfetto per il fondo siciliano. Anche la seconda delle due gare siciliane, dopo Erice, ha regalato grande adrenalina ed ha emesso verdetti Tricolori: il catanese della Scuderia Etna Salvatore D’Amico su Renault New Clio è Campione Italiano Gruppo A, mentre il sorrentino abitante a Trento Antonino “O Play” Migliuolo su Mitsubishi Lancer EVO, portacolori della Scuderia altoatesina Mendola è Campione Italiano di gruppo N. In gruppo RS tra le motorizzazioni turbo il reatino della Gretaracing Antonio Scappa è Campione, grazie ad una doppietta al volante della MINI John Cooper Works. Si è svolta nel modo più regolare ed ha regalato grande spettacolo la 63^ Coppa Nissena, la gara dell’Automobile Club Caltanissetta scattata soltanto alle 12.20 per via degli interventi necessari sul tracciato dopo il temporale che nella prima mattina aveva portato molti detriti sulla sede stradale. Gli interventi son stati portati a termine grazie al prezioso lavoro dei Vigili del Fuoco, dei Commissari di Percorso e dei diversi mezzi intervenuti a supporto. La lotta per la vittoria assoluta si è delineata sin dalle prove del sabato quando Scola e Magliona erano vicini nelle prestazioni. In gara 1 la scelta di mescola di gomme è stata determinante per entrambi,

Magliona ha attaccato e Scola non ha lasciato però spazio, nonostante qualche noia di troppo al cambio al volante ed un particolare sforzo chiesto dalla prototipo monoposto al pilota nei tratti meno omogenei del tracciato. -“Ho addirittura sforzato il braccio per le sollecitazioni avute sul percorso ma tutto è andato bene - ha dichiarato Scola - ho avuto molti dubbi sulla prestazione quando ho sentito il cambio al volante poco preciso che mi ha portato ad un paio di innesti poco precisi”-. -“Abbiamo regolato meglio la macchina dopo le prove - ha spiegato Magliona - abbiamo perfezionato l’aerodinamica e l’assetto e la scelta delle supersoft in gara 1 è stata decisamente azzeccata”-. -“Avvertivo un eccessivo beccheggio all’anteriore in diversi punti del tracciato - sono state le parole di Nappi - però mi sono difeso ed è arrivato questo podio


2017-09-25 - 2524

Scola Coppa Nissena