Leonessa Corse ruggisce al Rally Coppa Valtellina Nazionale

Leonessa Corse ruggisce al Rally Coppa Valtellina Nazionale

Buona prova per gli equipaggi bresciani della Leonessa che nella “Coppa” Nazionale trovano due arrivi su tre in un rally duro e selettivo


Con due arrivi su tre partecipazioni si può dire che il bilancio tratto dalla Leonessa Corse dopo il 1° Rally Coppa Valtellina Nazionale sia buono. Negli ottantatre difficilissimi chilometri disegnati sulle prove di Albosaggia, Mello, Berbenno-Mossini e Santa Cristina, il migliore della squadra bresciana è stato il duo formato ad Alessandro Vivenzi e Diego Agnesi che nell’occasione tornava a gareggiare dopo un anno di assenza. Saliti per la prima volta sulla Peugeot 106 della PR2 Sport, i due hanno impiegato qualche prova per riprendere il giusto ritmo gara e la sospensione delle due prove centrali non ha certo aiutato a trovare un risultato migliore. Ne è uscito un comunque valido settimo di classe N2 che è di buon auspicio per le prossime apparizioni che si spera, possano essere meno rade. Chi invece arrivava da una pausa ben più lunga – circa sette anni- era Sergio De Cecco, capostipite di una famiglia dedita ai rally: il veterano driver bresciano è tornato a staccare la licenza mostrando lo stesso spirito sportivo di sempre e poco importa se non è arrivato alcun risultato eclatante come quelli a cui aveva abituato i tifosi durante il suo fervido periodo agonistico. Insieme a Vittorio Emanuele Ravasio, De Cecco senior ha ritrovato il divertimento e la grinta di un tempo. “Il problema è che ora mi è ritornata la voglia” ha detto sul palco d’arrivo il pilota della Leonessa. Meno bene è andata ad Elio Becchetti e Maura Saetti che non sono riusciti a vedere il traguardo di Sondrio a causa del cedimento del semiasse nel corso della Ps Berbenno-Mossini 2; la sfortuna quest’anno li ha presi di mira: non c’è miglior cura per tornare subito a gareggiare!


2017-09-28 - 7565