Marco Gianesini quanto è divertente la terra

Marco Gianesini quanto è divertente la terra

Enorme soddisfazione per Marco Gianesini per il debutto su sterrato in occasione del Rally Val d’Orcia. Solo una foratura lo toglie dalla top 15


La prima volta su terra non si scorda mai. Marco Gianesini e Marco Bergonzi porteranno a lungo il ricordo del Rally della Val d’Orcia 2017, gara che per entrambi ha coinciso con il debutto sui fondi sterrati. Il duo lombardo della scuderia Top Rally, nel rally toscano disputatosi domenica 29 ottobre, ha patito una foratura nel corso della prova speciale numero 3 sprofondando in classifica di parecchie posizioni altrimenti avrebbe potuto celebrare nella Top 15 questa gara speciale. Sulla Citroen DS3 R5 della Metiorsport, Gianesini ha provato l’ebbrezza della “prima” sulle strade bianche della provincia di Siena trovando divertimento e soddisfazione: “Non è facile cambiare stile di guida per affrontare prove del genere ma sicuramente ne vale la pena: il divertimento è davvero elevato. Tenere il passo degli specialisti non è semplice specie se queste prove speciali, affascinanti ma impegnative, le si affronta per la prima volta.” Come detto, Gianesini ha dovuto dapprima prendere confidenza con la terra e dopo due buoni parziali è incappato in una foratura che lo ha attardato di ben oltre sei minuti. Il pesante ritardo non ha certo scoraggiato il pilota valtellinese che con lo stesso entusiasmo di prima ha ripreso ad affrontare la gara con passo sempre più deciso: alla fine sono arrivati anche un 14°, un 13° ed un 12° tempo a dimostrazione del fatto che l’apprendistato è proseguito positivamente. Alla fine la classifica li vede posizionati in 57° piazza assoluta. “E’ stata una bella esperienza- ha concluso Gianesini- e sicuramente non sarà l’ultima su terra. Vedremo in futuro di programmarne ancora!”


2017-11-03 - 5091

Marco Gianesini terra