Erbetta Ford Escort RS Cosworth ronde di Sperlonga

Erbetta Ford Escort RS Cosworth ronde di Sperlonga

Il “Blomqvist garganico”, affettuosamente ribattezzato dai propri tifosi, sarà della partita nel classico appuntamento di fine stagione con la rinata Ford Escort RS Cosworth


Era dal Rally Porta del Gargano del 2016 che la Ford Escort RS Cosworth gruppo A di Giuseppe, in arte “Pino”, Erbetta non si presentava allo start di una prova speciale. Quale migliore occasione, per il portacolori della scuderia GDA Communication, per tornare alla guida della trazione integrale dell'ovale blu se non la nona edizione della Ronde di Sperlonga, in programma per i prossimi 16 e 17 Dicembre, classico appuntamento di fine stagione diventato irrinunciabile per molti piloti, provenienti da tutto lo stivale. Per il “Blomqvist garganico”, affettuosamente rinominato dal coriaceo gruppo di fans, il ritorno alle competizioni dopo oltre un anno di assenza nel quale la Escort è stata oggetto di un profondo restyling che le ha donato nuova linfa vitale. Ad affiancarlo, nelle vesti di navigatore, troveremo il buon Domenico Ortuso, ansioso di sedersi nell'abitacolo di una vettura che ha segnato pagine indelebili del rallysmo negli anni novanta. “La Ronde di Sperlonga è la prima gara di questa stagione, nonostante siamo già a fine anno” – racconta Erbetta – “ma i lavori che hanno visto interessata la nostra Escort sono stati molto accurati ed hanno richiesto parecchio tempo. Ripartiremo da dove ci siamo fermati. Al Porta del Gargano dello scorso anno, assieme a Domenico Ortuso alle note, la rottura del cavo dell'acceleratore, dopo cinque chilometri dallo start, ci aveva costretto al ritiro. È bello ripartire da quell'evento negativo per cercare di riscattarci di quella sfortuna patita. Non sarà facile perchè, seppur il passaporto dimostri i suoi anni rispetto alla concorrenza, la Escort è sempre una belva molto difficile da domare. Ce la metteremo tutta per riuscirci.” Con la cittadina di Sperlonga, sulle rive del Tirreno, a creare uno scenario magico, assieme ad un evento sapientemente organizzato da Sperlonga Racing, la consueta prova speciale “La Magliana”, con i suoi dieci chilometri di sviluppo, si prepara ad accogliere il numeroso

plotone di concorrenti, pronti a darsi battaglia sull'insidioso nastro di asfalto laziale. Una sfida nella sfida quella della Ford Escort numero 26 con un Erbetta, carico a molla, che freme per inserire la prima e vivere il conto alla rovescia, allo start della speciale, che da troppo tempo gli manca. “Siamo al massimo della motivazione” – sottolinea Erbetta – “perchè è da tanto tempo che manchiamo e, sia io che Domenico, non stiamo più nella pelle. La Ronde di Sperlonga è uno degli eventi più belli dell'intero panorama nazionale. In primo luogo perchè è organizzata sapientemente dai ragazzi di Sperlonga Racing che, di anno in anno, riescono a migliorarsi e, non da meno, vogliamo mettere la location? Dire che correre qui è come farlo in paradiso è forse riduttivo. Basti pensare all'ultimo passaggio, nel tardo pomeriggio, con il tramonto ed il mare che ti accompagna per tutto il primo tratto. Emozioni indescrivibili. L'obiettivo? Prima di tutto tagliare il traguardo, sperando nel minor tempo possibile, e poi di divertirsi, tanto.”


2017-12-18 - 3589