Pietro Perolini Lamborghini Huracan Antonelli Motorsport

Pietro Perolini Lamborghini Huracan Antonelli Motorsport

Il pilota lombardo, reduce da una splendida stagione 2017, conferma la sua partecipazione alla serie tricolore con la Lamborghini Huracan dell'Antonelli Motorsport nella classe Super GT Cup


Tra i primi a confermare la propria partecipazione al Campionato Italiano Gran Turismo 2018 c’è Pietro Perolini. Il 26enne pilota di Crema, dopo il bel debutto nella scorsa stagione che lo ha visto al quinto posto finale, sarà al via della 16^ edizione della serie tricolore nella classe Super GT Cup al volante della Lamborghini Huracan dell’Antonelli Motorsport. “Non vedo l’ora che la stagione riparta – tiene a precisare Perolini – per me sarà la seconda stagione con i colori dell’Antonelli Motorsport con cui mi sono trovato benissimo lo scorso anno. Marco è una persona fantastica che mi ha seguito con attenzione nella mia prima stagione di corse, tuttavia la cosa è stata molto impegnativa non solo per me ma anche per tutto il team. Dunque, il binomio Perolini/Antonelli è assolutamente vincente e da ripetere. Ancora top secret, invece, il pilota con cui Perolini dividerà l’abitacolo della Huracan.. “Sì, è vero, non conosco ancora il mio compagno, ci sono diverse opzioni ma per il momento è confermata solo la mia presenza a tutti i sette week end. Naturalmente preferirei avere un compagno per tutta la stagione e non avere più coequipier come accaduto lo scorso anno. Nel 2017 mi sono trovato bene con tutti i miei compagni, ovviamente, ma formare un equipaggio ben affiatato sin dal primo appuntamento mi permetterebbe quest’anno di costruire qualcosa in più per la mia giovane carriera automobilistica.” Obiettivi ambiziosi per l’imminente stagione, dunque, ma sempre con i piedi per terra. “Certo, del 2017 sono molto soddisfatto, l’obiettivo era di finire tutte le gare e migliorare il gap con gli avversari. Debbo dire che ci sono riuscito perché rispetto ai tre-quattro secondi di distacco al giro delle prime gare sono riuscito ad avvicinare i migliori a meno di un secondo. In effetti c’è stato un netto miglioramento rispetto al via della stagione tenuto conto che prima dello scorso anno non avevo mai preso parte ad una gara automobilistica. Per

quest’anno, invece, non mi accontenterò più del quinto posto ottenuto nel 2017, l’asticella si dovrà alzare per forza, quanto non lo so ancora, ma certamente posso aspirare a buoni risultati. Per il momento l’obiettivo 2018 è ottenere più podi possibili e poi, assieme al mio compagno, vivremo alla giornata e, magari, ci daremo degli obiettivi più ambiziosi durante la stagione. Inoltre, mi piace molto il calendario delle gare, su cui svetta la trasferta francese del Paul Ricard dove non ho mai corso. Naturalmente avrei preferito Monza, il mio circuito di casa, come ultima gara, ma chiudere la stagione su un tracciato prestigioso come il Mugello ha comunque il suo fascino.”


2018-01-26 - 6617