Kevin Gilardoni, che debutto tra i grandi del CIR

Kevin Gilardoni, che debutto tra i grandi del CIR

Al Rally del Ciocco, Kevin Gilardoni stupisce per i tempi messi a segno al suo debutto in R5. Purtroppo la gara si interrompe a causa di un guasto elettrico che lo stoppa nel corso della Ps8 ma il morale è alto


L’esito finale non è stato certo quello sperato ma lo svolgimento, quello si. Parliamo del Rally del Ciocco disputato da Kevin Gilardoni e Corrado Bonato che, al debutto in R5, hanno lasciato tutti a bocca aperta per via della condotta di gara spregiudicata e sopra ogni aspettativa fermata solo da una panne elettrica.

Con un elenco iscritti davvero notevole, l’equipaggio della scuderia Movisport aveva nei suoi programmi quello di fare apprendistato con una vettura nuova- la Ford Fiesta R5 dell’Erreffe Rally Team. Tempi alla mano però, Gilardoni e Bonato hanno dimostrato da subito di interpretare al meglio la potente millesei britannica al punto di segnare uno strabiliante 4° tempo assoluto sulla lunga e difficile prova di Renaio quando era a ridosso della top five della generale. Un guasto elettrico ha messo la parola fine alla corsa toscana di Gilardoni ma non ha certo tolto l’entusiasmo di un debutto altisonante.

“C’è più soddisfazione che rammarico per questo Ciocco- spiega Gilardoni- perché dopo cento chilometri di test e 65 di gara siamo arrivati ad un ritmo davvero buono che nei nostri progetti era ipotizzato raggiungere tra qualche gara: ciò significa che il feeling con la Fiesta Evo della Erreffe è sbocciato fin da subito e questo grazie anche all’ottimo apporto delle gomme Pirelli. Il campionato sarà lungo ma certo è che questi sono segnali positivi; non ci resta che attendere il Rallye Sanremo: vogliamo partire da dove abbiamo finito e cioè con tempi a ridosso dei primi professionisti nazionali del volante.”


2018-03-31 - 454

Kevin Gilardoni CIR