Adriano Bernazzani Raimondo Ricci 308 Racing Cup di Autostar

Adriano Bernazzani Raimondo Ricci 308 Racing Cup di Autostar

Il duo piacentino-ticinese, con Ricci lo scorso anno vincitore del Trofeo Nazionale TCT, si dividerà al volante della Peugeot schierata dalla factory di Davide Bonamico nei colori della Sport & Comunicazione


Quello stesso duo che lo scorso anno condivise nei primi tre round quattro vittorie e due secondi posti tra le TCT e che alla fine della stagione si insedieranno al primo e secondo posto del Trofeo Nazionale di categoria, è pronto a scendere nuovamente in pista nel TCR Italy. Anche quest’anno Raimondo Ricci ed Adriano Bernazzani si alterneranno infatti al volante della Peugeot 308 Racing Cup di Autostar, la squadra già titolata tricolore nel Campionato Italiano Turismo Endurance Super 2000 nel 2012 con il compianto Istvan Minach. “Siamo davvero felici di ripartire in questa nuova avventura – ha commentato Bernazzani – partiremo in questa stagione insieme come lo scorso anno e sempre affidandoci alla squadra di Davide Bonamico che ha già lavorato splendidamente con noi e che non a caso ci ha permesso di firmare le due prime posizioni del Trofeo. Il campionato senza dubbio è cresciuto tantissimo e la concorrenza è veramente forte. Ma noi saremo pronti a farci valere. Il primo weekend di Imola ci permetterà di capire dove potremo collocarci rispetto agli avversari”. “Adriano Bernazzani e Raimondo Ricci è una coppia molto ben assortita e sono convinto che faremo bene ancora una volta insieme – ha dichiarato Davide Bonamico, team principal della squadra piacentina – Non sarà facile per il valore degli avversari, ma anche per la nostra attuale collocazione nel BOP Internazionale. Spero davvero possa essere rivisto perché la potenza della nostra 308, che è comunque un 1.6, non è comparabile a quelle delle 2.0. Comunque quando si scende in pista lo si fa per dare il meglio e così faremo anche noi. Quest’anno Adriano potrà affinarsi ancora di più con la vettura dopo i primi tre round dello scorso anno. Raimondo, che poi ha proseguito quasi per l’intera stagione, è sicuramente più pronto ed ha già dimostrato il suo valore, ma anche lui deve ancora imparare e crescere. Sono entrambi molto motivati e determinati e per questo sono convinto che potremo toglierci delle

belle soddisfazioni”.


2018-04-24 - 2923