Jerez e l'Europa attendono Tasca Racing

Jerez e l


Tasca Racing è pronta a ripartire dall'Europa e dal circuito di Jerez de la Frontera, dove questo weekend andrà in scena quarto round stagionale della Moto2™. Una gara che come di consueto apre i battenti ad un lungo ciclo di appuntamenti consecutivi di MotoGP™ nel vecchio continente. Il Team arriva al Red Bull Grand Prix of Spain con un bottino di 6 punti raccolti interamente da Simone Corsi tra Qatar e Stati Uniti, e con l'obiettivo di portarsi in top-10, magari confermando le sensazioni dei test pre-stagionali svolti proprio sul tracciato iberico. A Jerez rimane vivo il ricordo della vittoria di Simone Corsi in 125cc nel 2008, mentre risale al 2011 il primo e ultimo piazzamento del Gladiatore valido per il podio in Moto2™ sul tracciato spagnolo, quando Corsi chiuse la gara terzo aggiudicandosi il gradino più basso della cerimonia. Terza apparizione sul circuito andaluso per il Rookie Federico Fuligni, che qui la scorsa stagione fu chiamato a sostituire l'infortunato Danny Kent in sella alla Suter di Kiefer Racing chiudendo la gara in 24esima posizione.

Simone Corsi #24
"Sono contento che il Mondiale riparta dall'Europa e da Jerez, una pista che mi piace molto. In questo weekend sarà fondamentale migliorare ulteriormente il feeling con la moto e ciò sarà possibile soltanto se lavoreremo tutti uniti e al massimo del potenziale, ma sono certo che sarà così, perché c'è voglia di lottare per portare a casa un buon risultato"

Federico Fuligni #21
"Finalmente arriva una gara in una pista che conosco, il che mi permetterà di lavorare in maniera diversa rispetto a quanto fatto finora. Conosco il tracciato e disponiamo già di un buon setting. Mi piace correre qui, e anche se non sono mai stato velocissimo cercherò di invertire la tendenza spingendo al massimo da subito."

Enrico Tasca - Team Principal
"A Jerez de la Frontera si apre un nuovo capitolo e la nostra volontà è quella di poterlo scrivere al meglio. In Argentina

abbiamo fatto un piccolo passo in avanti che in Europa deve essere comunque migliorato. Simone ha un trascorso invidiabile su questo tracciato, mentre finalmente anche Federico potrà misurarsi su un palcoscenico già calcato"


2018-05-04 - 6471