CAPOLAVORO DI GILARDONI: VINCE IL RALLY DEL TICINO

CAPOLAVORO DI GILARDONI: VINCE IL RALLY DEL TICINO

Fenomenale affermazione di Kevin Gilardoni e Corrado Bonato che vincono al fotofinish su Basso-Lucca. Per il duo della Movisport è la terza vittoria consecutiva, la seconda su Hyundai Wrc


I numeri parlano inesorabili: Kevin Gilardoni e Corrado Bonato sono i “signori del Ticino” dopo aver vinto il rally luganese per il terzo anno consecutivo. A bordo della performante Hyundai i20 Wrc della HMI, la stessa che regalò il primo alloro nel 2016, il driver di Soazza ed il naviga ligure hanno realizzato un vero capolavoro frutto di talento, tenacia e grinta. Fin dalle prima battute la sfida svizzera ha riguardato il duo della Movisport e il campione Europeo del TER, Giandomenico Basso. La tuta madida di sudore è “sciacquata” dallo spumante liberatorio che i due vincitori stappano nel cielo di Chiasso: il Ticino li conferma campioni per il terzo anno consecutivo dopo una vittoria maturata per soli 0”2 su un Basso che, con 3”7 ad una prova dalla fine sembrava già gustare il successo. “Ci abbiamo creduto fino alla fine e abbiamo preso tutti i rischi possibili pur di realizzare questo sogno: era l’unica strategia adottabile per battere un pilota pluricampione del calibro di Basso e, per soli due decimi, ce l’abbiamo fatta!” ha detto Gilardoni. Poco spazio ai calcoli gestionali in una classifica che è sempre stata molto ristretta là davanti: Gilardoni ha portato la sua i20 Wrc davanti a tutti in due prove speciali ed il successo nell’ultima e corta Penz si è rivelato fondamentale per la gioia finale. “E’ stata senza dubbio la gara più bella della mia vita- racconta il 26enne driver- perchè sudata fino all’ultimo metro: alla fine non conoscevamo il tempo del nostro avversario per mancanza di segnale internet e abbiamo saputo di aver vinto solo in trasferimento verso l’arrivo: si è trattato di una gioia indescrivibile. Sono orgoglioso di questo successo anche per tutte le aziende del Canton Ticino che supportano il nostro progetto ormai da anni e continuano ad attribuirci fiducia. Un grosso grazie quindi a tutti coloro che ci hanno sostenuto nella gara di casa e ai miei supporters ed amici che dal percorso mi aggiornavano sulle situazioni

dell’asfalto: un lavoro corale che credo di aver ripagato al meglio; tutto ha funzionato alla perfezione a partire dal fondamentale feeling tra me e Corrado, alla competitività della vettura messami a disposizione dalla HMI e dalle ottime gomme Pirelli che in tutte le condizioni trovate si sono mostrate performanti al punto giusto dandoci quella fiducia utile per provarci fino in fondo.” Immancabile il ringraziamento alla famiglia: “uno speciale ringraziamento va ai miei genitori e alla mia fidanzata Chiara che mi sono stati vicini in tutta la gara e nella preparazione della stessa dandomi quella motivazione e quel supporto fondamentali per puntare al successo.”
Gilardoni e Bonato siglano l’albo d’oro del Rally del Ticino per il terzo anno dopo la firma del 2016 sempre a bordo della Hyundai della HMI e del 2017 quando vinsero su Ford Fiesta Wrc A-Style Team. Soddisfazione anche per la scuderia emiliana Movisport che trionfa nuovamente all’estero grazie a questa prestigiosa vittoria in terra elvetica.

Podio: 1) Gilardoni-Bonato, Hyundai i20 Wrc in 34’56”4;
          2) Basso-Lucca, Ford Fiesta Wrc a 0”2
          3) Ballinari-Pianca, Skoda Fabia R5 a 38”2


2018-09-04 - 6786

Gilardoni

Hyundai
Ticino