Il Rally Valtiberina attende i rallisti italiani

Il Rally Valtiberina attende i rallisti italiani

La gara organizzata da Valtiberina Motorsport, il 15-16 -17 marzo 2019, sarà valido quale quarta prova del Challenge Raceday Rally Terra e prima prova del Campionato Italiano Auto Storiche su terra, denominato “Trofeo Tradizione Terra”. Grande attesa per il cambio del format, che porterà i concorrenti in provincia di Siena, raggiungendo prove speciali da sogno


Rally su terra per auto moderne, auto storiche e vetture “All Stars”. Valevole per il Campionato Italiano Rally Autostoriche “Trofeo Tradizione Terra 2019” e per il Challenge Raceday Rally Terra. E ancora: nove Prove Speciali “mondiali” (78,940 chilometri di distanza competitiva su un percorso totale di 446,890) che i concorrenti andranno ad affrontare certamente con grande emozione, perché sono vere e proprie icone del rallismo internazionale. Quali? Eccole: “Monte Sante Marie”, “Alpe di Poti”, “Cerbaiolo”, “Battaglia di Anghiari” e la “Power Stage” finale da 6 chilometri che sarà una sorpresa. Sono diversi i biglietti da visita del 13° Rally Città di Arezzo Crete Senesi e Valtiberina, in programma per il 15-16-17 marzo, una delle grandi novità di questa stagione, annunciato nelle sue novità ancora alla fine dello scorso autunno, accolto con grande enfasi da sportivi appassionati, praticanti e addetti ai lavori. Valtiberina Motorsport, l’organizzazione, sta lavorando alacremente per assolvere al meglio il prestigioso compito , affidato dalla Federazione quello dell’essere la prima gara delle cinque in calendario del Campionato Italiano Rally per auto storiche su terra, il “Trofeo Tradizione Terra”, un nome importante, che rimanda chiaramente a quella che è la storia, ed appunto la “tradizione”, delle corse su strada. Una grande novità che si affianca ad un altro “marchio” di prestigio, quello del Challenge Raceday Rally Terra 2018-19, del quale sarà la quarta prova, conferendo alla competizione piloti e vetture di alto livello. DA AREZZO ALLA TERRA SENESE Dalla provincia di Arezzo il rally andrà a raggiungere la provincia di Siena, nel territorio di Asciano. Rimarrà il quartier generale ad Arezzo, grazie al consolidato e rinnovato appoggio dell’Amministrazione e della Struttura Comunale, con confermati il coinvolgimento ed il convinto sostegno all’evento di Anghiari e Pieve Santo Stefano ed il “profumo mondiale” si sentirà forte con il

coinvolgimento di Asciano e le Crete Senesi, che saranno parte importante della manifestazione, tornando sulla scena rallistica di primo piano dopo ben venti anni di assenza. Il territorio di Asciano che conosce un forte coinvolgimento dell’Amministrazione Comunale, sarà interessato con la disputa di due bellissimi crono sulla prova del MONTE SANTE MARIE che ha fatto la storia dei Rallies iridati degli anni ottanta e novanta. La città, inoltre, sarà sede della partenza e di lungo riordino in cui si potrà godere, nel centro cittadino, la visione delle vetture da corsa per più fasi dell'evento, coinvolgendo in pieno per una giornata di gara la bellissima città delle crete senesi che peraltro, dal quartier generale del rally di Arezzo, dista meno di 50 chilometri. CAMBIA IL FORMAT Il format di gara subirà un notevole cambiamento, con l’ampliamento del percorso di gara nella vicina provincia di Siena, andando a toccare luoghi decisamente “magici” per il rallismo non solo nazionale, quelli attraversati alla fine del secolo scorso dal mondiale rally. Due giorni di sfide, attraverso gli sterrati delle Provincie di Siena ed Arezzo con le Città di Arezzo, Asciano, Anghiari e Pieve Santo Stefano, un fattore importante per la promozione dell’intero territorio che il Rally attraverserà. Le vetture storiche, previste anche nella categoria “All Star”, avranno iniziative a loro dedicate che dureranno per l'intera manifestazione e che permetteranno ai possessori di tali vetture di partecipare a 360 gradi nell’Evento. La “All Star” è riservata alle vetture storiche in allestimento da corsa i cui modelli hanno contribuito a creare la storia dei rally, volendo mantenere viva la memoria storica di vetture e gare sia pure senza alcun contenuto agonistico. Infatti, le vetture che partecipano alle manifestazioni All Stars lo fanno a scopo dimostrativo senza rilevamento di tempi e stesura di classifiche. E POI . . . L’APERICENA DELLE CRETE SENESI. Un appuntamento di alto

livello sportivo è quello giusto anche per conoscere e degustare i prodotti del Crete Senesi Life Park. E' questa la prima delle iniziative collaterali alla manifestazione che grazie all'entusiasmo del Comune di Asciano e delle attivissime Associazioni locali prenderà vita sabato 16 marzo, aperta a tutti, con protagonisti gli equipaggi in gara nel loro transito lungo Corso Matteotti ad Asciano, sulla strada di ritorno verso Arezzo, ma anche rivolta a tutti gli appassionati, cittadini ed addetti ai lavori per un massimo coinvolgimento del territorio.


2019-01-21 - 7867

Ronde Valtiberina Peugeot 106 Ronde Valtiberina Scuderia Malatesta
Il Rally Valtiberina attende i rallisti italiani

Rally Valtiberina

rallisti italiani