Alessio Finello ELF CIV 2019

Alessio Finello ELF CIV 2019


A Misano Adriatico è andato in scena il primo doppio round dell'ELF CIV 2019 e il team Terra e Moto ha iniziato la sua stagione nella classe Supersport 600. La squadra faentina partecipa alla SS600 col debuttante Alessio Finello e il giovane pilota torinese ha accumulato chilometri importanti in vista delle prossime gare.
Finello viene da tre stagioni nella classe Moto3 (sempre all'interno del Campionato Italiano Velocità) e ha sfruttato questo weekend per prendere ancor più confidenza con la Yamaha R6. Come auspicato alla vigilia, Finello si è migliorato costantemente col passare delle sessioni di prove e il tempo di 1'43.607 fatto registrare nelle prove libere è stato abbassato nelle qualifiche, dove il 21enne piemontese ha girato prima in 1'42.598 e poi in 1'42.299. Quest'ultimo tempo è valso a Finello la trentatreesima posizione sulla griglia di partenza, non lontano da piloti con molta più esperienza di lui con la 600cc. Sabato pomeriggio si è svolta la prima gara della stagione. Scattato abbastanza bene, Finello ha recuperato posizioni col passare dei giri e ha battagliato per tutta la gara con altri tre piloti. Anche se non ha tenuto il passo a cui ambiva, Finello è stato protagonista di una gara positiva, terminata con un buon 23° posto. Nella giornata di domenica, invece, il pilota torinese è stato protagonista di un warm-up positivo e successivamente ha iniziato Gara 2 con un ottimo passo, in linea coi tempi delle qualifiche. La gara è stata interrotta dopo cinque giri per un incidente, ma ciò non ha destabilizzato Finello: alla ripartenza l'alfiere Terra e Moto è tornato a tenere un passo sull'1'42" e a recuperare posizioni, fino a terminare la gara al 24° posto. Successivamente, la squalifica di un altro pilota ha portato Finello in ventitreesima posizione.
Alessio Finello e il team Terra e Moto sono soddisfatti di com'è andato il weekend. Il pilota torinese ha iniziato a conoscere la 600cc solo in tempi recenti e ha bisogno di macinare

chilometri al fine di padroneggiare sempre meglio il mezzo. In questa fase non conta il piazzamento, ma la crescita che si fa e il weekend inaugurale dell'ELF CIV 2019 è stato utile e positivo in questo senso.

Il team Terra e Moto guarda ora al primo round del Mondiale Supersport 300, che si svolgerà dal 5 al 7 aprile al Motorland Aragon (Spagna). Il secondo doppio round dell'ELF CIV Supersport 600, invece, si svolgerà il 27 e 28 aprile al Mugello.

Alessio Finello: "Sono abbastanza contento del weekend. Nelle prove ho migliorato costantemente i miei riferimenti e considerando la mia scarsa esperienza con la 600cc, questo è un fattore molto positivo. Il livello della Supersport 600 è davvero alto e quindi non sono riuscito a fare meglio del 33° posto. Gara 1 non è andata come speravo: il mio obiettivo era tenere il passo che avevo nelle qualifiche, ma non ci sono riuscito e anche se ho recuperato fino al 23° posto, non sono soddisfatto di com'è andata. La giornata di domenica è andata bene: nel warm-up ho girato più forte che in Gara 1 con gomme usate e in Gara 2 ho tenuto fin dall'inizio il passo dell'1'42", in linea coi tempi delle qualifiche. La bandiera rossa mi ha spezzato il ritmo, ma anche dopo la ripartenza ho girato su buoni tempi e questo mi ha permesso di recuperare posizioni. Il passaggio dalla Moto3 alla Supersport 600 è molto difficile, ma poco a poco sto migliorando le mie prestazioni e la speranza è quella di fare un altro passo in avanti al Mugello. Ringrazio il team e il mio coach Laurent Michaud per il grande lavoro fatto nel weekend, nonché la mia famiglia e i miei sponsor per il grande sostegno che mi danno."

Ilaria Cheli (Team manager Terra e Moto): "Siamo molto soddisfatti del lavoro fatto da Alessio. Durante il weekend ha accumulato chilometri e fatto una buona crescita. Alessio non ha fatto il minimo errore e i risultati raggiunti a Misano sono positivi. Lui vorrebbe stare in zone più alte della classifica,

ma deve ancora adattarsi alla 600cc e in questo momento l'obiettivo primario è accumulare esperienza e chilometri, evitando cadute e qualsiasi errore. A Misano l'obiettivo è stato raggiunto e quindi siamo contenti. Non vediamo l'ora di correre al Mugello per continuare a crescere insieme."


2019-04-01 - 2205