Vallelunga, Postiglione Mul Lamborghini Huracan

Vallelunga, Postiglione Mul Lamborghini Huracan

Nelle altre classi, best lap di Lippi-Sernagiotto con la Ferrari 458 Italia (GT Light) e Mattia Michelotto (GT 4) al volante della Sin R1.


Dopo la Ferrari 488 GT3 nel primo turno di prove, è la Lamborghini Huracan a svettare nella seconda sessione di prove libere con l’equipaggio composto da Vito Postiglione e Jeroen Mul. I portacolori dell’Imperiale Racing hanno staccato il tempo di 1’31.584, precedendo le due Ferrari 488 di Fuoco-Huspeth (AF Corse) e Casè-Veglia (Easy Race), che hanno fatto fermare i cronometri, rispettivamente, a 1’31.623 e 1’31.863. Con il quarto tempo (1’32.062) hanno concluso Agostini-Rovera (Mercedes AMG GT3-Antonelli Motorsport), davanti alla Ferrari 488 (RS Racing) di Di Amato-Vezzoni che hanno siglato il crono di 1’32.440 e alla seconda Mercedes AMG GT3 dell’Antonelli Motorsport affidata a Palma-Larini che hanno chiuso la sessione con il tempo di 1’32.441. Con il settimo tempo finale (1’32.595) si sono classificati Perolini-Gersekowski, al volante della Lamborghini Huracan dell’Imperiale Racing, precedendo la vettura gemella di Nicola Baldan (1’32.687), la BMW M6 GT3 (BMW Team Italia) di Comandini-Johansson (1’32.705) e l’Audi R8 LMS (Audi Sport Italia) di Fontana-Kaffer (1’33.007). Lippi-Sernagiotto (Ferrari 458 Italia-Ram Autoracing/Iron Lynx) si sono confermati i più veloci anche nella seconda sessione di prove con il tempo di 1’35.116, precedendo la Porsche 911 4.0 (Duell Motorsport) di Sauto-Pisani (1’37.121), mentre nella GT4 ha svettato la Sin R1 dell’Antonelli Motorsport affidata a Mattia Michelotto (1’41.083), davanti alla BMW M4 (BMW Team Italia) di Fascicolo-Guerra (1’41.886).


2019-05-04 - 1432