A Imola Desideri-Negra (Super GT Cup) e Caso-Del Prete (GT Cup) vincono gara-1

A Imola Desideri-Negra (Super GT Cup) e Caso-Del Prete (GT Cup) vincono gara-1

Nel Cayman Trophy si impone il 16enne ex kartista Riccardo Pera


Sono di Desideri Negra (Lamborghini Huracan) e Caso Del Prete (Ferrari 458 Italia) le vittorie in gara 1 delle classi Super GT Cup e GT Cup, mentre nel Porsche Cayman Trophy il gradino più alto del podio è andato al giovanissimo Riccardo Pera (Ebimotors)
SUPER GT CUP: E' stata una bella vittoria quella di Desideri Negra nella classe riservata alle Lamborghini Huracan. Ancora più bella perché l'equipaggio dell'Antonelli Motorsport ha condotto a lungo la gara e, nel finale, proprio all'ultima curva, Negra è riuscito a contenere l'attacco di Zaugg (Raton Racing) che, in coppia con D'Amico, ha concluso in seconda posizione. L'equipaggio del Raton Racing ha sempre occupato le posizioni di testa, nel primo stint con un ottimo D'Amico e nel secondo con Zaugg che , aver scontato l'handicap tempo di 10 secondi al cambio pilota, ha fallito per un soffio la sua bella rimonta. Il terzo gradino del podio è andato a Baruch Liang (Vincenzo Sospiri Racing), bravi a prendere la seconda posizione nelle prime battute dopo l'uscita della safety car e poi a prendere il comando al 15° giro, ma nel secondo stint Liang, uscito in seconda posizione a causa dell'handicap tempo, ha dovuto cedere allo scatenato Zaugg, concludendo comunque un'ottima gara. Alle loro spalle si sono classificati Mantovani Alessandri (Antonelli Motorsport) davanti a De Lorenzi Necchi (GDL Racing) e Davide Roda, al debutto con la Huracan del Petri Corse Motorsport. Non hanno preso il via Croce Costa, coinvolti nell'incidente in prova con Casè, Galbiati Sartori (problema al motore) e Tanca Comi (vettura danneggiata in prova da un principio di incendio).
GT CUP: Ferrari imbattibili nella classe riservata alle vetture in configurazione monomarca con la 458 Italia di Caso Del Prete sempre al comando sin dalle battute iniziali. L'equipaggio della Scuderia Victoria ha preceduto la 458 Italia di Sauto Zanardini (Duel Race) che, in grande rimonta, ha tentato di strappare nel finale il primo gradino del podio ai

loro avversari. Terzi hanno concluso i fratelli Lino e Carlo Curti (Porsche 997 Ebimotors) davanti a De Marchi Benvenuti (Lamborghini Gallardo Imperiale Racing), penalizzati dall'handicap tempo di 30 secondi a causa della doppia vittoria di Monza, e Deodati Romani (Ferrari 458 Italia-Duel Race). Rottura del semiasse, invece, per gli equipaggi Maino-Benucci (Porsche 997-Ebimotors) e problemi all'iniezione per Di Leo-"Poppy" (Team Vago), costretti entrambi al ritiro.
CAYMAN TROPHY: E' del 16enne Riccardo Pera la prima vittoria del neonato monomarca di Porsche Italia. Il pilota dell'Ebimotors, ex kartista, partito con il miglior tempo in prova, ha sempre condotto la gara e sotto alla bandiera a scacchi ha preceduto Bianco De Castro (Krypton Motorsport), i compagni di squadra Piccioli-Iannotta e i fratelli Federico e Matteo Zangari (CVG Motorsport). Fuori per incidente nelle prime battute di gara le due vetture del Team Kinetic di Nicola Neri e dell'equipaggio Spiridinov-Paparelli, mentre Mercatali e Cecotto sono stati penalizzati da un contatto nelle prime battute con l'equipaggio Bianco-De Castro.


2016-05-29 - 6677