Test di feeling per Simone Iaquinta con la Wolf a Imola

Test di feeling per Simone Iaquinta con la Wolf a Imola


In gara uno la rottura di uno splitter anteriore ha determinato una perdita di carico aerodinamico che ha costretto il giovane driver calabrese al ritiro. Ottime le indicazioni sulla biposto alla prima uscita. Iaquinta: abbiamo acquisito dai importanti. Sono carico in vista del prossimo impegno a Misano

Il giovane driver calabrese Simone Iaquinta ha ottenuto ottimi riscontri all'esordio con la Wolf dei colori Best Lap. Nonostante lo stop forzato per la rottura di uno splitter in gara uno, il weekend imolese ha fornito dati importanti sull'eccellente potenzialità della biposto.

Dopo aver conquistato il secondo miglior tempo durante le qualifiche di gara uno, il forte driver calabrese, che fino a quel momento aveva ottenuto ottime risposte dalla nuova biposto, è stato rallentato da alcuni imprevisti.

Durante le prove ufficiali di gara uno, sabato, infatti, Iaquinta era riuscito a tenere a bada avversari di grosso calibro mettendo in pista tutto il proprio talento e facendo capire che non sarebbe stato facile per nessuno restare in scia. Qualifiche di gara due concluse in anticipo per avere sporcato gli pneumatici sulla ghiaia. In gara uno Parte forte il driver calabrese, che mantiene saldamente il secondo posto che si era conquistato in griglia di partenza. Pochi giri, però, e la rottura di uno splitter anteriore ha decretato una pesante perdita di carico aerodinamico che gli ha causato un testacoda in curva. Un problema che, durante la sosta in pit-lane, si è trasformato in forfait obbligato.

Un forfait che si è esteso anche a gara due, dal momento che Iaquinta non è riuscito a partire ed è stato costretto a vivere la competizione dalla cabina di commento in diretta tv.

"È stato un weekend importante - ha dichiarato il driver calabrese - che ci ha dato molte indicazioni positive, al di à del risultato finale. Sia durante i test che abbiamo fatto a Misano, sia durante le qualifiche e la

prima parte di gara uno, ho constatato un ottimo rapporto con la vettura sia dal punto di vista della guidabilità che da quello prestazionale. Sono convinto che abbiamo imboccato la strada giusta e sono pronto per affrontare con grinta il prossimo impegno".


2015-09-26 - 8248