CUBEDA E LA PA2000 TRIONFANO ANCHE AL REVENTINO

CUBEDA E LA PA2000 TRIONFANO ANCHE AL REVENTINO


Due vittorie in due gare. La Cubeda Corse e Domenico Cubeda al volante della nuova Osella PA2000 Honda hanno trionfato alla 15° Cronoscalata del Reventino, nona prova del Campionato Italiano Velocità Montagna disputata a Lamezia Terme. Per la scuderia e il pilota catanese, che avevano “rotto il ghiaccio” a Morano in TIVM appena due settimane fa, quella della gara calabrese è la prima vittoria nella massima serie nazionale delle salite (il CIVM). Grazie alla “replica” di un perfetto lavoro di squadra, che ha coinvolto anche i preparatori Paco74 di Pasquale Nolè e la LRM dei fratelli Petriglieri, oltre che lo stesso Osella, Cubeda è riuscito a sfruttare il potenziale a disposizione pur dovendo fronteggiare una leggera toccata in gara-1 e con una perfetta salita nel secondo passaggio di giornata si è guadagnato il primo gradino del podio. Alla fine, il crono totale fatto registrare dal veloce driver etneo, ancor una volta efficace nel migliorare salita dopo salita lungo i tecnici 6000 metri del tracciato, è stato di 5'30”27 (gara-1: 2'45”79; gara-2: 2'44”48).

Ed è di nuovo grande la gioia di Cubeda e della scuderia etnea a fine gara: “Sono davvero soddisfatto perché nonostante il primo impegno che riguarda me e la PA2000 resta quello legato allo sviluppo dell'auto stanno arrivando dei risultati inimmaginabili. Significa che tutte le realtà impegnate, Osella compresa, hanno lavorato e stanno lavorando bene e io sto 'capendo' la vettura a ogni salita un po' di più. Siamo molto contenti per questo e per aver migliorato ancora in progressione, segnando anche il record della gara per quanto riguarda i prototipi biposto”.

Al Reventino la giornata trionfale del team presieduto da Sebastiano Cubeda, soddisfatto del lavoro svolto finora dall'intero staff e felice per gli ottimi risultati incamerati da una scuderia che solo da poco ha iniziato l'attività, è stata completata dagli exploit degli altri portacolori. A iniziare dal

moranese Umberto Berardi con la Lola Dome by Dalmazia, che si è imposto nella classe 2000 tra le monoposto dell'E2/M e, anche lui con una bella progressione nei tempi, è stato capace di conquistare la top-ten assoluta. Super è stata la prova del catanzarese Francesco Ferragina con l'agile Elia Avrio ST09 Evo, vincitore nella classe 1300 del gruppo E2/B e del Trofeo dedicato a Leonardo Elia come migliore pilota su vettura del costruttore calabrese, la cui azienda è ora portata avanti dai figli Sebastiano e Tommaso. Cubeda Corse ha dato poi spettacolo nel gruppo E1, dove il moranese Natale Stabile con l'Alfa Romeo 147 GTA è secondo di gruppo e in classe 2000 con tanto di vittoria parziale di classe in gara-2 e il cosentino Giuseppe Aragona al volante della Peugeot 106 conclude quarto di gruppo con il successo nella classe 1600, dove è sempre più leader nel Tricolore. Tra le scadute di omologazione, ottima la prestazione di Gianluca Filesi. Nonostante la rottura di una marcia che l'ha costretto a salire senza la terza in entrambe le gare, il ragusano è salito sul podio di gruppo E3/A, secondo nella classe 1400, con la Peugeot 205 R.


2013-08-04 - 3980