GP3 Series, Abu Dhabi, Feature Race report

GP3 Series, Abu Dhabi, Feature Race report

Il Team Trident si conferma sul podio della categoria grazie alla terza posizione di Antonio Fuoco, sedicesimo dopo una foratura, in graduatoria generale. Buona prova di Giuliano Alesi, undicesimo nonostante un’ala piegata


Con round ancora da disputare, è arrivata la certezza della terza posizione in campionato di Antonio Fuoco, che conferma il Team Trident sul podio della categoria. Il pilota calabrese, dopo un promettente turno di prove libere nel quale ha siglato il secondo miglior tempo, nelle qualifiche non è riuscito ad andare l’undicesima posizione. Scattato dalla sesta fila, il ventenne pilota di Cosenza è rimasto coinvolto in un contatto nel primo giro, nel quale ha forato una copertura. Dopo un cambio velocissimo effettuato dal team milanese, Fuoco si è messo in luce con una serie di giri veloci e ha conquistato la sedicesima posizione finale. “Ringrazio la squadra per il super pit-stop, i miei meccanici sono stati davvero molto efficienti. Purtroppo la foratura si è rilevata decisiva sul bilancio nella prima corsa del fine settimana a Yas Marina” – ha commentato Antonio – “Con la vettura ho trovato un buon feeling e conto di rifarmi nella Sprint Race di domani!”.

Per il Team Trident c’è il rammarico che, senza la foratura, Antonio Fuoco avrebbe potuto tornare in corsa per la piazza d’onore in graduatoria, considerando il ritiro di Alex Albon.

Sul tracciato degli Emirati Arabi si è messo in mostra Giuliano Alesi, protagonista di una corsa rimarchevole nonostante avesse un’ala danneggiata. Il diciassettenne francese, il più giovane al via, ha mostrato un buon ritmo gara che conferma l’ottimo lavoro svolto con lo staff tecnico del Team Trident e rende fiduciosi per l’ultima corsa stagionale. Sandy Stuvik ha colto la quindicesima posizione al termine di una prova senza sussulti, mentre Artur Janosz è finito fuori pista nel corso del secondo giro.


2016-11-28 - 7117

GP3 Series

Abu Dhabi
Feature Race
Trident
Alesi