Cronoscalata Monte Erice Christian Merli domina gara 1

Cronoscalata Monte Erice Christian Merli domina gara 1

Il trentino azzecca l'assetto dell'Osella PA2000 e stacca gli avversari


Christian Merli su Osella PA2000 Honda ha vinto gara-1 della 56° Monte Erice, prova d'apertura del CIVM. Il trentino di Vimotorsport ha coperto i 5,7 chilometri del tracciato siciliano in 2'58"32 imponendosi su tutta la concorrenza. Seconda posizione con un gap di 8"4 per il driver di casa Vincenzo Conticelli con la versione PA30 dell'Osella motorizzata Zytek, per il quale sarebbero stati necessari i dati della seconda manche di prove che non ha disputato per la pioggia. Terzo il pugliese Francesco Leogrande staccato di 8"94 dalla vetta con l'Osella FA30 Zytek eccessivamente sottosterzante, ma in piena lotta per la piazza d'onore.

A ridosso del podio continua la sua rivelazione il 26enne locale Giuseppe Castiglione per la prima volta sulla Formula Master. Con il quinto posto assoluto si è portato al comando del gruppo CN il calabrese Rosario Iaquinta ancora non in perfetta intesa con l'assetto dell'Osella PA21 Evo Honda. Solo sesta posizione ma terza di gruppo E2/B per l'etneo Domenico Cubeda, rallentato da noie al cambio al volante dopo poche curve sull'Osella PA2000. Settimo assoluto e secondo di CN il giovane di casa Francesco Conticelli, autore di un "travero" con l'Osella PA21 Evo. Ha concluso con il nono tempo assoluto l'under calabrese Domenico Scola a cui sono mancate le salite di prova al volante della PA2000.

In E1 Italia ha subito svettato la prestazione del napoletano Piero Nappi. Il gentleman driver della Scuderia Vesuvio è al volante dell'ammirata Ferrari 550 sulla quale sono stati immediatamente risolti i problemi elettrici accusati in prova.

In gruppo GT successo in gara-1 per il veneto du Superchallenge Roberto Ragazzi su Ferrari 458 ma si infittisce il duello con la neo-entrata Lamborghini Gallardo del siracusano Ignazio Cannavò, che lo tallona a meno di un secondo.

Con un'eccellente prestazione, è stato Mauro Cacioppo su Mitsubishi Evo X di gruppo N a vincere il primo round della "sfida tra i rallysti",

precedendo di pochi centesimi di secondo Bartolomeo Mistretta con la Peugeot 207 S2000 iscritta nel gruppo A. Nello stesso gruppo A, ottima seconda posizione per il catanese Salvatore D'Amico su Renault New Clio.

Sempre più acceso il gruppo Racing Start, dove tra le vetture turbo la spunta il fasanese Oronzo Montanaro sul concittadino Ivan Pezzolla entrambi con la Mini Cooper S. Nella categoria delle aspirate, ha vinto il reatino Antonio Scappa su Renault New Clio RS precedendo di appena 17 centesimi il pugliese Giovanni Angelini con vettura gemella.


2014-04-27 - 8357