02/03/2016 - Condividi

Fabbri vince al Crespadoro con Squadra Corse Isola Vicentina

In coppia con Bertieri conquista una nuova vittoria con la Volvo Amazon del 1961; una gara avvincente per la quale si è fatto ricorso alla discriminante per stabilire l’equipaggio vincitore

Altro fine settimana di festa per la Squadra Corse Isola Vicentina che coglie la terza vittoria stagionale in una gara di regolarità grazie a Leonardo Fabbri che firma il successo al Crespadoro Historic in coppia con Vincenzo Bertieri; per il driver della Volvo Amazon si tratta del secondo sigillo stagionale dopo quello dello Snow Trophy di fine gennaio. Davvero avvincente la gara, valevole sia per il Campionato Triveneto che per il nuovo Pedemontana Master Trophy, conclusa con due equipaggi pari merito con 41 penalità: solo la discriminante, il primo rilevamento cronometrico, ha consegnato la vittoria ai neo portacolori della Squadra Corse.
Continua il momento positivo anche per Enzo Scapin ed Ivan Morandi che portano ad un passo dal podio, in quarta posizione assoluta, la Lancia Beta Coupè: solo due le penalità di scarto dai terzi classificati. Ottima prestazione per Luigi e Massimo Fracasso che allo spettacolo offerto con la loro Mercedes 190 2.3E, abbinano anche la precisione sui pressostati che vale loro l’ottava posizione assoluta. La classifica vede poi in tredicesima piazza l’Autobianchi A112 Abarth di Stefano e Paolo Faccin, in sedicesima la BMW 316 di Marco e Michele Cavallina seguita dalla Lancia Fulvia Montecarlo di Claudia Sora e Lorena Zaffani,

vincitrici anche della classifica femminile; si prosegue poi con Mario Mettifogo e Claudio Bertoldo che portano l’Autobianchi A112 Abarth in diciannovesima piazza. Tagliano il traguardo anche Francesco Marcolin e Maria Laura Lodde su Fiat 124 Abarth, Danilo Pagani e Domenico Belluzzi su Fiat 131 Abarth e Massimo Mitrovich in coppia con Thomas Scarocchin anch’essi su A112 Abarth.
Nella classifica separata delle vetture del periodo J2 (1986-1990) la miglior prestazione, decimi assoluti, è realizzata da Guido Marchetto e Raffaella Gugole su BMW M3; all’arrivo anche la Fiat 127 di Stefano Sbalchiero e Mattia Borgo, la Lancia Delta 4WD di Giuseppe Ongaro e Viorica Buca e la BMW M3 di Bortolo Fracasso e Fabio Raniero. Oltre alla soddisfazione per la vittoria assoluta, per la Squadra Corse Isola Vicentina è arrivata anche quella per il successo nella classifica delle scuderie.
Buoni gli esiti anche della gara riservata alle auto moderne grazie al terzo gradino del podio sul quale salgono Lorenzo Franzoso e Sonia Cipriani in gara con la Subaru Impreza SW; sesta posizione per l’Alfa Romeo 156 Selespeed di Ranieri Gnesotto e Lidia Marzaro seguiti in settima da Francesco Zoso e Matteo Repele su Audi A3. All’arrivo anche Mauro e Gabriele D’Amico su Fiat 500 Sporting e Flavio Cattazzo e Paolo Marchi su Renault Clio RS. Nella classifica scuderie, vittoria anche tra le auto

moderne per la Squadra Corse che realizza un’altra doppietta stagionale.



Fabbri Subaru Squadra Corse Isola Vicentina Rally Crespadoro
Fabbri vince al Crespadoro con  Squadra Corse Isola Vicentina