Stefano Pezzucchi e Fabrizio Angelo Comi i vincitori di Monza

Stefano Pezzucchi e Fabrizio Angelo Comi i vincitori di Monza

Stefano Pezzucchi si aggiudica il terzo appuntamento del Trofeo GT Open Cup classe GT2 r1, mentre la coppia Alberto Caneva-Carlo Scanzi si aggiudica la combattuta classe GT3 Cup. Nel Trofeo GT3 Cup successo di Comi, nuovo leader del campionato


A Monza pronunciati i verdetti della quinta prova stagionale della Targa Tricolore Porsche, al termine di gare ricche di colpi di scena. Nella GT Open Cup si registra il successo assoluto di Stefano Pezzucchi (Krypton Motorsport) su Porsche 997 GT3R di classe GT2 r1, cui fa il paio il successo di classe GT3 Cup r013 di Alberto Caneva-Carlo Scanzi (Team Ghinzani Arco Motorsport), secondi assoluti dopo una bel confronto con Luca e Nicola Pastorelli (Krypton Motorsport). Nel Trofeo GT3 Cup, invece, il successo va a Fabrizio Angelo Comi (Team Ghinzani Arco Motorsport) che conquista anche la leadership in campionato, a scapito di “Spezz”, secondo sul velocissimo tracciato brianzolo.

Nel Trofeo GT Open Cup, Stefano Pezzucchi (Krypton Motorsport) conquista una vittoria netta con la Porsche 997 GT3R, precedendo sul traguardo le GT3 Cup di Alberto Caneva-Carlo Scanzi (Team Ghinzani Arco Motorsport) e Luca e Nicola Pastorelli (Krypton Motorsport). Quarti Giuseppe Ghezzi-Manuele Mengozzi (Autorlando) che, attardati da un drive through nelle battute finali, comminato per non aver rispettato il limite di velocità nel corso delle soste obbligatorie, con il secondo posto di classe GT2 r1 prendono il largo nella classifica di campionato. Al via Pezzucchi parte bene dalla pole, seguito dalla coppia Pastorelli che prendono la testa della classe GT3 Cup, marcati dagli incalzanti Andrey Birzhin-Rino Mastronardi (Glorax Racing) e da Livio Selva (Ebimotors), in battaglia a stretta distanza. Dalle retrovie risale con aggressività "Spezz" (Ebimotors) che, presto, si porta a ridosso di Caneva-Scanzi. All'11° giro Selva, in lotta per il campionato con i fratelli della Krypton Motorsport, deve ritirarsi per un problema al radiatore, danneggiato da un sasso. Poco dopo, al 15° giro, anche "Spezz" è costretto al ritiro per la

rottura del radiatore danneggiato a seguito del tamponamento ai danni di Caneva-Scanzi. Nello stesso giro si arrendono alla Roggia anche Birzhin-Mastronardi, per un problema meccanico alla ruota posteriore destra. Intanto iniziano i cambi pilota e Caneva-Scanzi, favoriti anche dal gioco degli handicap, rientrano in testa alla GT3 Cup, mentre Pezzucchi prende definitivamente il largo. Alle spalle della coppia del Team Ghinzani Arco Motorsport, è forte la pressione dei fratelli Pastorelli, che riescono a rimontare fino a concludere a 2 secondi dai vincitori, che a loro volta, hanno dato la sensazione di amministrare il vantaggio accumulato in precedenza. Ottimo Raffaele Mosconi (Ebimotors), quinto assoluto dopo una gara costante e priva di errori.

Nel Trofeo GT3 Cup è Comi il più rapido nello scatto al via. Il pilota bergamasco del Team Ghinzani Arco Motorsport, dalla terza posizione in griglia, sfrutta il varco lasciato da Andrey Birzhin, che aveva guadagnato la partenza al palo nelle qualifiche ma che non era riuscito a prendere il via, nonostante l'impegno profuso dai meccanici per rimettere in sesto la vettura, danneggiata nella gara della GT Open Cup. Comi tiene bene la testa, tallonato dal velocissimo “Spezz” che impone una pressione fortissima al battistrada che, però, riesce a parare l'assalto colpo su colpo, fino alla vittoria finale. Grande è anche la determinazione del siciliano Walter Palazzo che, compagno di squadra di Comi, arriva terzo al traguardo, completando così il podio. Comi mette a segno un vittoria particolarmente pesante in chiave campionato, dato che gli permette di conquistare il primato in classifica a due gare dal termine della stagione 2014.

Prossimo appuntamento con la Targa Tricolore Porsche, il 6 e 7 settembre all'autodromo del Mugello.


2014-07-07 - 9719