L’Italia chiude al 4° posto il Trial delle Nazioni Indoor

L’Italia chiude al 4° posto il Trial delle Nazioni Indoor


La Maglia Azzurra FMI ha lottato per il podio fino all’ultima Zona, dovendosi poi accontentare del quarto posto finale. Nel corso del Trial delle Nazioni Indoor disputatosi ieri sera a Pau, in Francia, l’Italia – rappresentata da Matteo Grattarola e Luca Petrella – ha dimostrato ancora una volta di saper competere ad alti livelli, dovendo rinunciare alla top-3 solo dopo l’ultima Zona.

L’Italia è stata la prima squadra ad affrontare il percorso di gara e, anche a causa di questo svantaggio, al termine del primo giro si è ritrovata in ultima posizione con 18 penalità. Nonostante il risultato parziale, i piloti azzurri non si sono persi d’animo e hanno effettuato un ottimo secondo giro, chiuso a 9 punti e lottando per il podio fino all’ultima Zona. In quel frangente, provando il tutto per tutto, l’Italia ha subito la massima penalità (5 punti) terminando così la competizione in quarta piazza. Nel secondo giro solo la Spagna ha fatto meglio dell’Italia, con 3 penalità, mentre Francia, Gran Bretagna e Germania ne hanno contate rispettivamente 12, 15 e 21.

Il Trial delle Nazioni Indoor è stato vinto dalla Spagna con 6 punti davanti a Gran Bretagna (21 pt.), Francia (22 pt.), Italia (27 pt.) e Germania (35 pt.).

Fabio Lenzi, Direttore Tecnico Trial FMI: “Non siamo riusciti a salire sul podio ma gli aspetti positivi non mancano: dopo una prima parte di gara molto difficile, Grattarola e Petrella sono stati in grado di mettersi in forte evidenza. Nell’ultima Zona ci siamo giocati il tutto per tutto e purtroppo è andata male. Il livello era molto alto, basti considerare che tutti i piloti saliti sul podio, ad eccezione del britannico Jack Price (Campione in carica della Trial 2), fanno parte in pianta stabile del Mondiale Trial GP”.


2017-04-11 - 3203