Le Ferrari 488 di Malucelli Scuderia Baldini 27 e Schirò Easy Race in pole

Le Ferrari 488 di Malucelli Scuderia Baldini 27 e Schirò Easy Race in pole

Nelle altre classi, miglior tempo di Magli e Baccani (GT3), Basz e Ortiz (SGT Cup), Di Leo e "Poppy” (GT Cup), De Castro (GT4


Sono stati Matteo Malucelli e Niccolò Schirò ad ottenere la pole nelle due sessioni di prove ufficiali del 1° appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo 2017 in coso all’autodromo di Imola. Nel primo turno di prove il portacolori della Scuderia Baldini 27 al volante della Ferrari 488 ha fatto fermare i cronometri a 1’40.950, unico ad essere sceso sotto il muro dell’1’41, precedendo la vettura gemella (Black Bull Swisse Racing) di Mirko Venturi (1’41.083), l’Audi R8 LMS (Audi Sport Italia) di Benoit Treluyer (1’41.106) e la Lamborghini Huracan (Ombra Racing) di Alex Frassineti (1’41.314). Nella seconda sessione Schirò (Ferrari 488-Easy Race) ha fatto segnare il tempo di 1’40.927, anche lui unico a scendere sotto l’1’41, precedendo la Rossa del Black Bull Swisse Racing di Stefano Gai (1’41.073), la Lamborghini Huracan (Antonelli Motorsport) di Riccardo Agostini (1’41.096) e la Ferrari 488 (Scuderia Baldini 27) di Eddie Cheever III (1’41.248).

Image Nella GT3 le pole sono andate a Marco Magli (Ferrari 458 Italia-Easy Race) con il tempo di 1’43.939 e Alessandro Baccani (Porsche GT3R-Ebimotors) che ha chiuso con il crono di 1’42.838. Da segnalare che nella seconda sessione non è entrato in pista Francesco La Mazza per un problema al motorino di avviamento, mentre la Corvette di Colajanni è stata penalizzata da problemi al motore.

Image Nella SGT Cup hanno svettato le Lamborghini Huracan di Karol Basz (Antonelli Motorsport) e Felipe Ortiz (Vincenzo Sospiri Racing), che hanno fatto fermare i cronometri, rispettivamente a, 1’43.343 e 1’42.678. Non ha partecipato alla seconda sessione di prove Ivan Benvenuti, che ha abbandonato il circuito nella notte per andare ad assistere al parto del secondogenito Umberto, ma sarà regolarmente al via della gara. Nella GT Cup il fast lap nelle due sessioni è stato segnato dalla Porsche 997 di Di Leo (1’48.707) e “Poppy” (1’47.036), mentre nella GT4 è andato a segno in entrambi i

turni Sabino de Castro (Porsche Cayman-Ebimotors) con 1’53.370 e 1’53.088.


2017-05-01 - 3685