Al Rally Adriatico i Trofei Renault Clio R3 Produzione

Al Rally Adriatico i Trofei Renault Clio R3 Produzione

Twingo R2 Top debuttano sulla Terra


Dopo gli asfalti del Ciocco e del 1000 Miglia, i monomarca tricolori di casa Renault sono attesi ad un rally duro ed impegnativo come l'Adriatico: agli equipaggi della Losanga spetta il compito di mantenere la vetta dei campionati Produzione e Junior.

Il terzo step stagionale dei trofei Clio R3 Produzione e Twingo R2 Top si chiama 20° Rally Adriatico, gara che coincide con il terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally. Dopo aver conquistato le leadership del campionato Junior e Produzione, gli equipaggi di casa Renault hanno il compito di mantenere salda la posizione in una corsa che si rivelerà sicuramente importante per la stagione in corso: il primo rally sulle strade bianche, che si svolgerà nell'entroterra marchigiano tra Jesi, Osimo e Cingoli, vedrà infatti la partecipazione di tutti i trofeisti che, dopo le prime due gare, si vorranno giocare il tutto per tutto nel "giro di boa"; ad essi si aggiungeranno altri portabandiera del marchio Renault grazie alla concomitanza della gara con il Trofeo Rally Terra e alla presenza "spot" di altri talentuosi piloti. Queste presenze, tutte concentrate nel Rally Adriatico, fanno si che anche questa volta, in un rally del Campionato Italiano, le vetture di casa Renault siano le più utilizzate: la casa parigina vanta infatti 19 auto al via contro le 9 di Peugeot, 8 di Mitsubishi e di Citroen, 3 di Subaru, 4 Ford, 2 di Skoda e 1 Opel.

I PROTAGONISTI

Il Rally dell'Adriatico conferma ovviamente le partecipazioni dei piemontesi Bosca e Aresca che oltre ad essere primi nella graduatoria di trofeo R3, capeggiano anche le fila della serie Produzione; il duo del team Balbosca dovrà vedersela con una grintoso Rudy Michelini, autore si d'ora di ottimi parziali ma sempre sfortunato in fase di raccolta punti; terminata la collaborazione con Giancarla Guzzi, ad affiancare il pilota lucchese dell'Autofficina Ulivieri, ci sarà il conterraneo David Castiglioni con

cui Michelini ha trionfato al Renault Rally Event dello scorso novembre. Secondi di trofeo e già trionfatori del Renault Top 2011, ci saranno Ferrarotti e Fenoli (Gima) che, nonostante due prestazioni al di sotto delle loro possibilità, hanno una preziosa seconda posizione da coltivare e sfruttare. Dopo la pausa forzata al 1000 Miglia torna invece in abitacolo Fabio Andolfi (Gima) che verrà navigato da una vera icona del rallysmo nazionale: Renzo "Billy" Casazza. Iscritti "one shot" per la sola gara dell'Adriatico e quindi trasparenti alla classifica di trofeo (non potranno prendere punti ma solo gli eventuali premi) figurano anche il riminese Paolo Diana, celebre funambolo nelle storiche con la sua Fiat 131 Racing e l'esperto FabrizioMartinis, pordenonese classe 1966 che prenderà il via con il numero 35. Presenza di rilievo internazionale è quella di Petter Kristiansene del suo navigatore Ole Kristian Brennum, equipaggio norvegese accasatosi in DP Autosport: l'attesa è molta e l'impressione è che si possa ripetere quanto accaduto lo scorso anno con Pajunen: riuscirà il 23enne nordico a mettersi alle spalle i "nostri"?

Per il Trofeo Twingo torneranno a sfidarsi gli stessi giovani che già al Ciocco e al 1000 Miglia si sono dati battaglia: l'attuale leader è il varesino Andrea Crugnola che con il comasco Michele Ferrara detiene anche il primato tra gli Junior nazionali; al via con la Twingo della Nuova Ra.In, i due vantano un'esperienza importante sugli sterrati di tutto il globo (hanno preso parte al Wrc Academy 2011) che assegna loro il ruolo di favoriti ma questa è una considerazione che non vogliono sentire Fabrizio Junior Andolfi ed Andrea Casalini: dopo due gare, l'equipaggio ligure della Gima è attardato di un solo punto nella classifica generale.Sarà invece una gara tutta da scoprire quella del vogherese Giacomo Scattolon e del piemontese Fabio Grimaldi (Autofficina Ulivieri) che nonostante la poca

esperienza alle spalle, si sono mostrati sino ad ora molto capaci. Era chiamato ad una prova di riscatto il cuneese Michele Tassone, ma un problema famigliare lo costringerà a saltare l'appuntamento marchigiano nonostante figuri tra gli iscritti.

Classifica Trofeo Top R2 dopo due gara: Crugnola punti 115; Andolfi 114.; Scattolon 73; Tassone 52; Panzani 8; Camponogara 7.

Classifica Trofeo Clio R3 Produzione dopo due gare: Bosca punti134; Ferrarotti 82; Michelini 57; Gasperetti 42; Tognozzi 41; Tosini 34; Fabio Andolfi 2.

La gara partirà da Osimo venerdì sera esordendo con una prova spettacolo che vedrà la diretta televisiva (Rai Sport2) prima di passare alle tre prove speciali di sabato sviluppate con "Castelletta", "Castel Sant'Angelo" e "Colli del Verdicchio" da ripetersi per tre volte. La conclusione avverrà a Cingoli, sul celebre "balcone delle Marche", sabato sera alle ore 18:30.


2013-05-15 - 6563