Campionato Italiano Velocità Moto3 MRT GP Team

Campionato Italiano Velocità Moto3 MRT GP Team

La società bresciana inaugura la prima prova della serie Tricolore targata ACI Sport con tre equipaggi capitanati dal pilota di casa Andrea Liberini


Archiviata la gioia della prima vittoria stagionale, il team MTR MOTO.GP TEAM è tornato a lavorare con grande concentrazione questa mattina in vista del quarto round dell'ELF Campionato Italiano Velocità Moto3, disputatosi oggi pomeriggio sul tracciato del Misano World Circuit "Marco Simoncelli" in condizioni del tutto differenti. Dopo la gara 'sui generis' di ieri che ha visto Raffaele Fusco rimontare strepitosamente dalla tredicesima posizione fino a raggiungere il gruppetto in testa per poi precedere e staccare tutti nel finale, ottenendo il suo primo successo nella classe Moto3, il 14enne di Bellaria (Rimini) ha voluto dimostrare il suo eccellente stato di forma confermandosi in P2 anche nel warm-up della mattina. Al contrario, ancora una volta leggermente attardato alla partenza, il numero 77 si vedeva scivolare in tredicesima posizione nel corso del primo passaggio della contesa mentre Groppi, tallonato da Fabbri, tentava fin da subito l'allungo. Incapace di trovare il ritmo necessario a risalire la china nelle prime fasi della gara, invischiato nelle retrovie e costantemente in lotta per un piazzamento tra il 12° ed il 14°, Fusco dava invece il meglio di sé nelle ultime tornate della corsa, abbassando sorprendentemente i propri riferimenti cronometrici e facendo registrare prima il miglior tempo in 1'47.503, poi in 1'47.494 fino a fermare il cronometro sull'1'47.265 proprio all'ultimo passaggio, prima di tagliare il traguardo in 10° posizione, aggiungendo altri sei punti al proprio bottino. Con il punteggio pieno di ieri, Fusco si conferma così (con 51 punti) in 4° posizione della classifica generale, con 9 da recuperarne al leder Kevin Zannoni. Non è stato un fine settimana da ricordare, invece, per Manuel Mazzullo. Autore di una buona progressione che lo ha portato a chiudere con grande determinazione Gara1 a ridosso della top ten, il numero 96 è incappato in una caduta nel warm up, quando stava siglando il miglior crono, riportando la frattura

composta della spalla che gli ha impedito di prendere parte alla seconda manche in programma e costringendolo ad uno stop forzato di circa quindici giorni. Mazzullo sarà comunque al via del quinto e sesto round dell'ELF CIV in calendario il primo fine settimana di luglio al Mugello Circuit. Nell'attesa, Sky Sport MotoGP proporrà le repliche del weekend appena concluso martedì 23 e mercoledì 24 maggio a partire dalle ore 21:00.

Marco Tresoldi (Team Manager): "Il bilancio del weekend è senz'altro positivo; inaspettato, soprattutto, per la vittoria di ieri. Oggi Raffaele non è riuscito a prendere il ritmo giusto nella prima parte di gara, poi ha iniziato a spingere nelle ultime fasi della corsa conquistando comunque un decimo posto che è un ottimo risultato. Manca ancora un po' per ridurre il gap con i primissimi ma lasciamo Misano quarti in classifica generale, a sottolineare che con la costanza e la calma siamo arrivati anche noi là davanti. Peccato, invece, per Manuel: stava ottenendo il miglior tempo nel warm-up quando è caduto in quinta piena riportando la frattura composta di un ossicino della spalla. Tra quindi giorni sarà nuovamente in forma, anche se dispiace perché sono sicuro che avrebbe fatto bene anche lui".

Raffaele Fusco #77: "La gara di oggi è andata bene anche se... poteva andare meglio. La partenza è senza dubbio stata migliore di quella di ieri solamente che sono rimasto imbottigliato nei gruppetti dietro perché avevo ancora un passo gara da bagnato e non riuscivo a trovare il feeling giusto in condizioni di asciutto. Ho fatto veramente molta fatica, rimanendo indietro sin dall'inizio senza riuscire ad essere abbastanza veloce da stare lì davanti. L'importante è che anche oggi mi sono divertito; torniamo a casa comunque molto soddisfatti con un primo e un decimo posto. Poteva andare meglio questa Gara2 ma mi rifarò sicuramente al Mugello: mi allenerò a testa bassa per farmi trovare pronto e provare

a stare con il gruppo di testa. Del resto rispetto ai primi mi manca la fiducia con la moto e l'esperienza poi per il resto direi che ci siamo".


2017-05-22 - 4510