Gianni Giudici a Monza con la Lucchini Alfa Romeo SR2.

Gianni Giudici a Monza con la Lucchini Alfa Romeo SR2.

Il gentleman driver milanese sarà al via del Campionato Italiano Sport Prototipi con la biposto del team di famiglia


Ed il Campionato Italiano Sport Prototipi, espressione unica di un automobilismo d'autore, non può lasciare indifferente un autentico cultore del motorsport.

Ecco perché Gianni Giudici sarà al via della tappa inaugurale della serie tricolore riservata alle affascinanti sportscar e lo farà con una vettura affascinante, la Lucchini Alfa Romeo di classe SR2.

"Diciamo che volevo prendere vento nei capelli, darmi un po' di arie con gli amici al bar di Abbiate Grasso - così lo scanzonato gentleman driver milanese - La macchina l'avevo già preparata per l'anno scorso, poi è rimasta sotto il telo. Diciamo che sono rimasto impegolato in alcuni argomenti, con altri driver esperti come me, che poi all'ultimo momento mi hanno dissuaso. Ora voglio esserci".

Difficile resistere al fascino di uno Sport Prototipo . "Per chi ama le vetture da competizione è proprio così. Il prototipo è quanto di meglio resti per i veri appassionati. È una macchina da corsa vera, con i temi agonistici e tecnici veri. Costa molto poco, ma va come una Ferrari GT, hai l'aria in faccia, lo sterzo diretto emozioni da corridore vero. Con 40-50mila euro si compra una Lucchini, 10 volte di meno di una Ferrari, ma vai molto più forte e guidi da vero pilota".


2015-04-14 - 5609