38° Rally Città di Modena: il percorso arriva dalla tradizione

38° Rally Città di Modena:  il percorso arriva dalla tradizione

Otto prove speciali in totale per questa gara molto attesa nel contesto emiliano romagnolo di corse su strada. Partenza da Sassuolo e arrivo inedito a Maranello, poi la parte “storica” e la “Regolarità sport” saranno i caratteri salienti dell’edizione in programma per il 10 e 11 giugno. Iscrizioni aperte sino al 5 giugno


L’attesa cresce, vi sono già diverse “indiscrezioni” su chi sarà al via ed il lavoro preparatorio sta procedendo spedito come da programma. Insomma, il 38° Rally Città di Modena, si sta avviando verso il suo periodo “caldo”, verso i due giorni di svolgimento, il 10 ed 11 giugno. Intanto si é nel periodo delle iscrizioni aperte, un ventaglio temporale che chiuderà lunedì 5 giugno Prosevent, l’organizzatore, nel proprio lavoro preparatorio sta trovando ampia soddisfazine nel rapporto con le Amministrazioni del territorio, Serramazzoni, Sassuolo, Prignano Sulla Secchia e Maranello, oltre che avere la fattiva collaborazione di un gruppo di appassionati locali. L’obiettivo comune é quello di far tornare la gara ai fasti di un tempo (la prima edizione risale al 1972) ed allo stesso tempo farle fare da stimolo per l’immagine e la comunicazione dei luoghi che attraversa, mettere in mostra le loro bellezze, i loro caratteri. IL PERCORSO : NOVITA’ E TRADIZIONE La gara presenta un percorso in parte rinnovato, con un inedito arrivo a Maranello. Il percorso avrà una fisionomia solo in parte analoga a quella dello scorso anno, ricavato dalla tradizione, con alcune novità. Si segnala l’introduzione della storica prova di “Barighelli”, nei pressi di Sassuolo e la riproposizione della speciale di “Pazzano”, alle porte di Serramazzoni. Vi saranno due prove nella zona di Sassuolo: quella di “Montegibbio”, che si disputerà due volte al sabato, una delle quali in notturna e, appunto, la “Barighelli”, sulla quale i concorrenti vi transiteranno per il terzo ed ultimo appuntamento cronometrato del sabato e due volte alla domenica. La domenica la gara salirà in Appennino: l’altra prova che andrà in scena sarà infatti quella di “Valle”, accorciata di circa tre chilometri per farla diventare la prova di “Pazzano”, in modo da consentire un più comodo trasferimento verso la “Barighelli”. “Valle”verrà poi

riproposta come prova finale e decisiva del rally. Ecco le “piesse” descritte una per una: PROVA SPECIALE N. 1-2 “MONTEGIBBIO” - KM. 7,500 Prova a ridosso della Città di Sassuolo, tecnica e veloce, inizia con una serie di tornanti in salita panoramici per poi diventare veloce e molto guidata. Tratto cronometrato in cui le traiettorie e l’affiatamento dell’equipaggio la fanno da padrone. Prova adatta ai puristi della guida. Accessi per il pubblico Si sconsiglia la partenza del tratto cronometrato. Per accedere ai primi tornanti della prova, raggiungere la frazione di Pontenovo di Sassuolo e prendere Via SS Consolata e Viale Giovanni Boccaccio. In prossimità delle scuole, dopo poche centinaia di metri a piedi, si raggiunge uno dei tornanti spettacolari. Altra accesso alla prova è quello dell’incrocio con Via Fazzano raggiungibile da Nirano (lato Fiorano Modenese) o Rocca Santa Maria (lato Serramazzoni – Maranello). PROVA SPECIALE N. 4-7 “BARIGHELLI” - KM. 7,500 Storica prova del Rally Città di Modena, parte dopo l’abitato di Montebaranzone, inizialmente sulla provinciale, con una serie di curve per indirizzarsi in un allungo con “staccata” sul bivio a destra per Via Vandelli. La prova speciale prosegue in leggera discesa molto guidata con alcune risalite su punti sia veloci sia stretti fino al bivio di Via Casalpennato. Da qui comincia una spettacolare discesa con una serie di curve molto tecniche leggermente sconnesse di circa 2,5 km fino al famoso bivio a sinistra di Via Vezzano, dove i “patiti” del freno a mano la fanno da padroni. La strada prosegue in un falso piano veloce di curve miste fino al bivio a destra sul ponte dei Barighelli, per poi iniziare un tratto breve in salita che porta al fine prova speciale. Accessi per il pubblico Si sconsiglia la partenza della prova speciale, mentre è preferibile raggiungere i bivi.

L’inversione fra la strada provinciale 20 e la Via Vandelli è

accessibile dall’abitato di Varana giungendo da San Pellegrinetto e dalla provinciale 21. Il bivio di Via Casalpennato è raggiungibile dal centro di San Michele dei Mucchietti seguendo prima Viale Beniamino Socche e Strada Casa Buccelli per finire con la Via Vandelli. Per arrivare alla spettacolare inversione di Via Vezzano, si consiglia di percorrere la strada provinciale 19 per poi imboccare Via Pescarolo.

PROVA SPECIALE N. 5-8 “VALLE” - KM. 12,500 Prova che ha fatto la storia del Rally Città di Modena. Parte sotto l’abitato di Ligorzano, in Via Pazzano, con una leggera discesa leggermente sconnessa e per lo più veloce fino al paese di Pazzano, dove si accentua la discesa e il percorso diventa più tecnico e guidato. Nel paese di Valle, al cambio strada con la via Valle Olio, inizia una salita piuttosto guidata fino allo spettacolare bivio del Ristorante Fontanina, dove, dopo il salto, la strada si allarga sulla provinciale per un chilometro e mezzo di discesa veloce e tecnica fino alla bellissima inversione di Casa Bartolacelli. Da lì per i tre km. rimanenti la strada si restringe e inizia un tratto per lo più in discesa molto impegnativo e un po’ sconnesso, che può veramente fare la differenza. Accessi per il pubblico

Si sconsiglia la partenza della prova speciale, preferibili le diverse inversioni presenti nel tratto cronometrato. Il primo bivio per arrivare in prova lo si raggiunge direttamente da Serramazzoni percorrendo Via Val Di Sasso, mentre una delle mete preferite dagli appassionati è il cambio strada di Pazzano, accessibile dalla Strada Statale 12 Via Estense e da via Pazzano Estense. Qui il pubblico potrà godersi una serie di curve tecniche in discesa. Altro bivio per arrivare in prova speciale è quello fra Via Valle Pazzano e Via Valle Olio, quest’ultima da imboccare dalla Strada Statale 12 Via Estense all’altezza del Ristorante Da Zona. Di notevole interesse il dosso fra Via Valle e la

Strada Provinciale 3, vicino al Ristorante Fontanina, raggiungibile dal centro di Serramazzoni mediante la Via Giardini Nord. Meta di tanti appassionati e punto spettacolare della prova è l’inversione di Case Bartolacelli, accessibile dalla Via Giardini Nord da Maranello / San Venanzio.

PROVA SPECIALE N. 6 “PAZZANO” - KM. 9,600 La prova speciale 6 denominata Pazzano, con tratto cronometrato più breve, ricalca in parte quella di Valle, mantenendone la partenza e il percorso tecnico fino all’inversione di Casa Bartolacelli. Accessi per il pubblico Si sconsiglia la partenza della prova speciale, preferibili le diverse inversioni presenti nel tratto cronometrato. Il primo bivio per arrivare in prova lo si raggiunge direttamente da Serramazzoni percorrendo Via Val di Sasso, mentre una delle mete preferite dagli appassionati è il cambio strada di Pazzano, accessibile dalla Strada Statale 12 Via Estense e da via Pazzano Estense.

Qui il pubblico potrà godersi una serie di curve tecniche in discesa. Altro bivio per arrivare in prova speciale è quello fra Via Valle Pazzano e Via Valle Olio, quest’ultima da imboccare dalla Strada Statale 12 Via Estense all’altezza del Ristorante Da Zona. Di notevole interesse il dosso fra Via Valle e la Strada Provinciale 3, vicino al Ristorante “Fontanina”, raggiungibile dal centro di Serramazzoni mediante la Via Giardini Nord.

UN CONTENITORE DI EVENTI Non sarà soltanto un rally, il “Città di Modena”, ma un contenitore di eventi: oltre al rally moderno, valevole per il Campionato Regionale con coefficiente 1, vi sarà la “regolarità sport”, che vedrà in lizza gli sfidanti del Trofeo Tosco Emiliano, e vi sarà inoltre il rally storico cercherà di spiccare il classico salto di qualità contando su una presenza massiccia, specie sui piloti della zona. Significativa anche la validità per il Campionato ERMS

(Emilia Romagna-Marche-San Marino).

PROGRAMMA Sabato 10 giugno, verifiche sportive e tecniche in zona Autoporto a Sassuolo. Partenza alle 17.40 dall’Autoporto, alle 17.58 la prima prova speciale di Montegibbio (7,500 km.), poi riordino a Salvarola Terme e Parco Assistenza (Autoporto). Alle 21.04 é in programma la seconda prova di “Montegibbio”, alle 21.23 la “Barighelli” (7,500 km), con ingresso della prima vettura nel riordino notturno alle 22.18. Domenica 11 giugno l’uscita dal riordino sarà alle 8,00 ed alle 8.45 si torna a duellare con la prova di “Barighelli”, alle 9.24 si andrà sui 12,500 km della prova di “Valle” (partenza da Serramazzoni), poi riordino a Serramazzoni e Parco Assistenza in Autoporto. Ultimo giro di prove che si aprirà dalle 12.38 con la prova di “Pazzano” (9,600 km), quindi alle 13.27 il via all’ultimo passaggio sulla “Barighelli”, seguito dal riordino a Serramazzoni che introdurrà, alle 15.06, alla prova finale di “Valle”. Arrivo a Maranello alle 16,00 dopo 306 chilometri di gara, 72 dei quali di distanza competitiva


2017-05-27 - 3410