A Spoleto, Andrea Verona allunga la sua serie di vittorie

A Spoleto, Andrea Verona allunga la sua serie di vittorie

La gara organizzata dal Prs Group è valida anche come prova di apertura del Trofeo Rally Terra


Quattro successi in sei giornate di gara. Dopo i due sesti posti ottenuti in Finlandia nell’apertura del Campionato del Mondo di Enduro, Andrea Verona è riuscito a salire sul gradino più alto del podio nei due round successivi in Spagna e in quelli del fine settimana appena trascorso a Spoleto (PG), dove si è tenuto il GP d’Italia del Mondiale. Impegnato nella classe Youth, il giovane pilota del Team Italia Enduro FMI sabato ha inizialmente lasciato la prima posizione agli avversari per poi balzare al comando dopo la quinta Prova Speciale e vincere davanti al cileno Ruy Barbosa e all’andorrano Alex Iscla. Ieri l’atleta veneto è rimasto in testa dalla prima all’ultima prova, bissando così la vittoria di 24 ore prima. Ad impreziosire l’ottimo fine settimana di Andrea, il fatto che corresse con una frattura alla mano sinistra. Nella categoria EJ, Mirko Spandre ed Emanuele Facchetti hanno vissuto un fine settimana di alti e bassi. Il primo, dopo la 17° posizione del sabato si è migliorato la domenica ottenendo un 12° posto. Nel Day 2 è stato molto veloce in alcune Speciali, salvo subire dei rallentamenti in altre. Emanuele, dopo un sabato concluso in 13° piazza, è stato costretto al ritiro la domenica dopo una caduta in cui è stato colpito sulla schiena dalla moto. Buone prestazioni anche per i giovani piloti impegnati con il Team Italia Enduro nel Campionato Europeo e presenti in Umbria. Matteo Pavoni ha chiuso al 6° e 4° posto le due giornate nella categoria Junior, in cui ha gareggiato anche Lorenzo Macoritto (14° e 8°). Claudio Spanu si è piazzato 5° e 7° nella Youth. “E’ stato un weekend davvero positivo per Andrea Verona”, commenta il Tecnico FMI Andrea Balboni. “Ha una soglia del dolore molto alta e non si accontenta mai. Viste le sue condizioni fisiche, gli dicevamo di rallentare ma lui voleva solo vincere e ci è riuscito. Inoltre può fare affidamento su una buona base in quanto a tecnica di guida. Spandre e Facchetti

avrebbero potuto occupare posizioni migliori ma purtroppo hanno avuto fortune alterne”. Prossimo appuntamento con il Mondiale Enduro, dal 23 al 25 giugno a Paradfürdo, in Ungheria.


2017-05-30 - 1748

Spoleto

Andrea Verona
Andrea Verona Spoleto
Andrea Verona Cross