Buono il Campagnolo della Scuderia Palladio Historic

Buono il Campagnolo della Scuderia Palladio Historic

Positiva la gara di Nodari che conquista punti importanti per il TRZ nel rally e soddisfacenti anche gli esiti della regolarità sport


Sono positivi gli esiti del recente Rally Campagnolo per la Scuderia Palladio Historic che ha affrontato la gara di casa con cinque equipaggi nel rally ed altrettanti nella regolarità sport. Tre quelli al traguardo nell’atteso rally valevole per il Campionato Italiano e per il Trofeo di Zona, obiettivo quest’ultimo di Paolo e Giulio Nodari che si sono egregiamente comportati con la BMW M3 Gruppo A; il duo prosegue l’apprendimento della posteriore tedesca e chiude in settima posizione assoluta e terza nella classe, ma quel che più conta è il secondo posto di 4° Raggruppamento per quanto riguarda la classifica del Trofeo Rally di Zona, che porta punti pesanti all’equipaggio di Gambugliano. E’ un buon risultato anche quello conseguito da Alessandro Ferrari e Piero Comellato che ritrovano l’affidabilità della Lancia Fulvia HF 1.6 Gruppo 4, e la portano alla vittoria di classe grazie alla trentottesima prestazione assoluta. All’arrivo anche la Citroen Visa Gruppo B di Romeo De Rossi che ha condotto una gara senza sbavature e, in coppia con Roberto Raniero, chiude con la soddisfazione della vittoria di classe alla prima uscita con la nuova vettura. Mancano all’appello la Fiat 127 Gruppo 2 di Vittorio Marzegan e Moreno Pertegato, ferma dopo una toccata lungo la seconda speciale, mentre per i fratelli Marco e Mattia Franchin nemmeno la soddisfazione di terminare una speciale: un problema al motore dell’Alfa Romeo Alfetta GTV Gruppo 2 ha fermato subito la loro gara. Nella classifica delle scuderie la Palladio Historic si piazza al quarto posto.

Buoni riscontri anche dal Campagnolo Historic, la gara di regolarità sport valevole per il Trofeo Tre Regioni: la miglior posizione in classifica è quella conseguita da Maurizio Senna e Lorena Zaffani, quarti assoluti e terzi di trofeo con la Volkswagen Golf Gti; positiva la gara di Guido Marchetto e Roberto Zamboni, dodicesimi assoluti e primi di nona divisione con la BMW M3, mentre per Antonio

Carradore ed Alessandro Rosa la gara si chiude in seconda posizione di quarta divisione e al 23° posto nell’assoluta. Non hanno visto il traguardo Mauro Argenti e Roberta Amorosa con la Porsche 911 T e Andrea Cazzola con Roni Liessi su BMW 325. Il buon esito dei portacolori del gatto col casco permette di cogliere il secondo posto nella classifica delle scuderie.


2017-05-30 - 2496

Campagnolo Scuderia Palladio Historic

Nodari
Nodari rally
Nodari BMW
Nodari storico