Due podi e lotta con i big per Domenico Cubeda alla Cronoscalata del Reventino

Due podi e lotta con i big per Domenico Cubeda alla Cronoscalata del Reventino

Campionato Italiano Velocità Montagna al volante dell'agile Radical SR4 di classe 1600


Un weekend all'attacco nell'agguerrito gruppo dei prototipi E2/B del Campionato Italiano Velocità Montagna per Domenico Cubeda. Dopo i brillanti risultati ottenuti a inizio stagione nelle prove siciliane del CIVM, il veloce pilota catanese è stato grande protagonista della massima serie delle salite alla 14° Cronoscalata del Reventino, decima prova del Tricolore della Montagna disputata oggi (9 settembre) a Lamezia Terme. In Calabria l'alfiere della Cubeda Corse ha colto due ottimi podi al volante dell'agile Radical SR4 curata dall'Autosport Sorrento. Domenico è stato sempre vicino alle posizioni di testa, concludendo terzo di gruppo e secondo nella classe 1600. Il crono totale fatto registrare dal driver catanese lungo i 6000 metri (da percorrere due volte) del tracciato in provincia di Catanzaro è stato di 5'47”44 (gara-1: 2'52”85; gara-2: 2'54”59) e il tempo gli è valso anche il sesto posto assoluto in classifica, a un passo dalla top-five con tutti i big del CIVM, tra cui anche quelli con vetture motorizzate con propulsori più potenti del suo 1600 di derivazione motociclistica. Dunque continua all'insegna di risultati importanti lo splendido 2012 di Cubeda. Quest'anno, nelle gare tricolori disputate in Sicilia a Erice e Caltanissetta, vantava già due secondi posti di gruppo con tanto di piazzamenti assoluti sempre nella top-five. Addirittura con una vittoria in E2/B e un podio assoluto era invece iniziata la stagione del catanese a Morano Calabro, prova della serie cadetta, il TIVM, nella quale è campione in carica di gruppo nel girone Sud. “Sono molto soddisfatto di quanto fatto in questi giorni al Reventino - dichiara Domenico -; il CIVM è il massimo campionato e quindi ti ritrovi a lottare sul filo dei decimi contro i migliori piloti. Non devi mollare mai, insomma. Qui, su un tracciato così complesso, siamo sempre stati competitivi e in una classe molto numerosa e mai così agguerrita nelle precedenti prove abbiamo colto un secondo posto

che vale e mi dà fiducia per continuare a fare esperienza. Ringrazio tutto l'Autosport Sorrento e in particolare Carmine, direttore tecnico. Ora ci prepareremo per la Salita della Sila in ottobre.”


2012-09-09 - 2428