Pisani-Palazzo, due podi a Misano e la leadership della classe GT Cup per Eugenio Pisani

Pisani-Palazzo, due podi a Misano e la leadership della classe GT Cup per Eugenio Pisani

L'equipaggio del Siliprandi Racing, reduce dalla bella prestazione in riva all'Adriatico, analizza la stagione e getta le basi per il prosieguo del campionato


Due secondi posti e il primo posto nella classifica della classe GT Cup. Si è concluso così il secondo round del Campionato Italiano Gran Turismo disputato a Misano nello scorso week end per l’equipaggio composto da Eugenio Pisani e Walter Palazzo al volante della Porsche 997. L’equipaggio del Siliprandi Racing è salito in entrambe le gare sul secondo gradino del podio alle spalle di Baccarelli-Ferrara (Ferrari 458 Italia), ma le due belle prestazioni hanno regalato ad Eugenio Pisani il primo posto in campionato in solitario. Il catanese Palazzo, infatti, ha affiancato il suo coequipier solo dall'appuntamento di Misano e, dunque, non ha acquisito punti nelle due gare inaugurali di Imola che gli avrebbero permesso di coabitare al vertice della classe riservata alle vetture in configurazione monomarca.

“Quella di Misano è stata una bella trasferta per noi – tiene a precisare Pisani – sia io che Walter siamo molto soddisfatti anche perché il mio compagno era al rientro nelle competizioni automobilistiche dopo qualche mese di pausa. Abbiamo disputato due ottime gare tenendo conto che eravamo penalizzati dall’handicap tempo di 25 secondi in gara-1 e addirittura 35 nella gara domenicale. Il week end non era iniziato bene, venerdì nelle prime prove libere avevamo dei problemi, ma poi i fantastici tecnici del Siliprandi Racing hanno sistemato tutto e ci hanno fornito una vettura al top. In gara-1, onestamente era difficile sperare in una vittoria, ma in gara-2 il nostro passo è stato eccezionale e potevamo anche puntare al primo gradino del podio. Poi, una serie di circostanze, tra cui l’ingresso della safety car, ha vanificato la bella prestazione di Walter nel primo sti, mentre nella seconda parte di gara Ferrara mi ha passato ma poi mi sono accodato a lui e ho concluso nella sua scia. Peccato, potevamo puntare alla seconda vittoria, dopo quella conquistata da me in gara-2 a Imola. Ora sono in testa al campionato – conclude Pisani – e ci voglio rimanere. Se

qualcuno me lo avesse detto alla vigilia di Imola non ci avrei creduto, ma ora con l’aiuto di Walter posso puntare al titolo italiano.”

E certamente Palazzo non si tirerà indietro, anche se i suoi programmi originari non prevedevano l’impegno per tutta la stagione. “Sì, inizialmente dovevo fare solo qualche gara – ribadisce il pilota catanese – ma con Eugenio stiamo lavorando per confermare la mia partecipazione a tutte le restanti gare. Il week end di Misano è stato molto positivo, mi sono trovato molto bene con il mio compagno e con tutta la squadra, a cui ho dato qualche suggerimento per la preparazione della vettura. Del resto nella vita di tutti i giorni a Catania svolgo l’attività di centro assistenza Porsche e qualche consiglio ci è servito per portare a casa i due bei risultati. Per me la 911 è una “primadonna” e sono molto contento di correre ancora con questa vettura dopo qualche apparizione nella scorsa stagione con il Drive Technology Italia di Marco Panzavuota. Nonostante l’assenza dell’ABS, a cui sono abituato, tutto è andato bene e sono migliorato molto nel corso del week end e alla fine mi sono trovato meglio di come pensassi. Qualche dritta, inoltre, l’abbiamo catturata dai piloti della Carrera Cup, assieme ad Eugenio ci siamo messi a scrutare le traiettorie che utilizzavano in prova e qualche idea l’abbiamo sviluppata a nostro favore. Ora siamo già al lavoro per pianificare Monza, non possiamo mancare!”


2017-06-07 - 12968