Niente riposo per Baldassarri e Marini, già focalizzati su Barcellona

Niente riposo per Baldassarri e Marini, già focalizzati su Barcellona


Sono passati solo pochi giorni dopo l’avvincente Gran Premio di casa e i giovani talenti del Forward Racing Team, Luca Marini e Lorenzo Baldassarri, sono già sulla via della Spagna, dove avrà luogo il settimo appuntamento del Campionato del Mondo Moto2 sui 4.652m del Circuito di Barcelona-Catalunya.

Nonostante il persistente dolore alla spalla dopo l’incidente avvenuto al GP di Le Mans, Marini ha dato prova di un’incredibile determinazione con la conquista del sesto posto presso l’Autodromo Internazionale del Mugello. Il talentuoso numero 10 però non ha molto tempo per adagiarsi sugli allori, ha sfruttato infatti il brevissimo intervallo tra il Gran Premio di casa e la gara catalana per recuperare il più possibile e rimettersi in forma. In seguito alla splendida performance esibita di fronte all’emozionatissimo pubblico italiano, Marini è determinato nel proseguire il suo eccellente lavoro sin dal venerdì di Montmelò.

Baldassarri, allo stesso tempo, ha lavorato duramente sul suo ritmo di gara abbassando il suo tempo, sessione dopo sessione, e arrivando preparato in vista della gara. Dopo una stupefacente partenza, il ventenne, ha iniziato a destreggiarsi per il podio sin dalle prime curve, quando però un errore ha sfortunatamente compromesso la sua prestazione. Adesso Baldassarri non vede l’ora di arrivare a Barcellona, con l’obiettivo di recuperare punti e proiettare il suo ritmo competitivo sul nuovo tracciato catalano.

Il settimo appuntamento di stagione è alle porte, e i due giovani portabandiera del Forward Racing Team, Luca Marini e Lorenzo Baldassarri, saranno pronti ad entrare in azione alle ore 10.55 di venerdì per la prima sessione di prove libere del Gran premio di Catalunya.

Luca Marini “Dopo il Mugello, la mia tappa preferita del mondiale, è già tempo di pensare a Barcellona, dove troveremo un tracciato diverso e difficile da interpretare, perché

l'asfalto è molto rovinato con tante buche e poco grip. In ogni caso il circuito mi piace, ci sono delle belle curve e il layout è meraviglioso. L’atmosfera e il tifo sono molto calorosi e quindi è sempre bello girare li. Veniamo da un buon risultato, però, come è successo al Mugello, so che dovrò combattere con il dolore alla spalla infortunata, perché il tempo per recuperare è stato poco, ma so che potrò contare sull’aiuto dei ragazzi della Clinica Mobile. Lo spirito comunque è quello giusto, siamo pronti per volare in Spagna e passare un altro fine settimana incredibile.”

Lorenzo Baldassarri “Non vedo l’ora di arrivare a Barcellona, soprattutto dopo il GP del Mugello, dove non ho terminato la mia gara. Voglio riscattare immediatamente il fine settimana appena passato, e fortunatamente non devo aspettare troppo a lungo. Per me è importante scendere di nuovo in pista e riprendere fiducia. Sono curioso di provare il tracciato di quest' anno, dato che seguiremo il layout della Formula1. Ovviamente, arrivare qua fa inevitabilmente venire in mente il ricordo di Luis (Salom) e l'incidente dell’anno scorso. Sappiamo quanto eravamo forti al Mugello, e quanto bene avremmo potuto fare. Andiamo a Barcellona a testa alta e con un ottimo umore e siamo consapevoli di essere forti e competitivi.”

Giovanni Cuzari - Team Owner “Le emozioni del week end appena trascorso sono ancora vive nelle nostre menti, è stato un Gran Premio impegnativo, abbiamo accolto gli ospiti a casa nostra, in Italia, e abbiamo goduto della magica atmosfera che il Mugello ci sa regalare ogni anno. Da un lato Luca, con la sua emozionante performance, ha sopportato il dolore alla spalla ed è stato ricompensato con meritatissimi punti, cruciali nel Campionato. Siamo sicuri che continuerà questo percorso anche a Barcellona, anche se siamo consapevoli che non può tornare in piena forma nel giro di soli tre

giorni. Per quel che riguarda Lorenzo invece, siamo tuttora dispiaciuti per come si è concluso il suo giorno di gara. Ciononostante, sappiamo che la sua determinazione può spingerlo a combattere per le posizioni che contano, quindi non vediamo l’ora di vederlo tornare in sella questo fine settimana.”


2017-06-08 - 650