Vittorie a Monza per Moccia-Busnelli

Vittorie a Monza per Moccia-Busnelli

e Meloni-Tresoldi (BMW M3) nel terzo round del Campionato Italiano Turismo Endurance


Il terzo round del Campionato Italiano Turismo Endurance, corsosi nell’autodromo di Monza si è chiuso con le vittorie di Luigi Moccia e Giancarlo Busnelli in gara 1 e la risposta di Paolo Meloni e Max Tresoldi in gara 2. La Seat Leon Cupra SP della coppia DTM esce di scena dalle prime posizioni di gara 2 per un problema tecnico, mentre, con il secondo posto al mattino, il duo della W&D lascia il circuito lombardo con un bottino utile ad avvicinare la leadership del compagno di squadra Matteo Ferraresi, a sua volta terzo e secondo con il rientrante Walter Meloni sull’altra BMW M3 del team sammarinese. Sul podio di gara 2 anche Marco Pellegrini e Mauro Trentin sulla Leon Cup Racer del Team Dinamic. In Super 2000 continua invece il dominio delle BMW 320 Promotorsport con Filippo e Massimo Zanin primo e secondo in entrambe le gare, mentre sul podio di Divisione salgono Samuele Piccin e Romy Dall’Antonia (Honda Civic ASD Super2000) in gara 1 e Alberto e Riccardo Fumagalli (BMW 320 Zerocinque), settimi assoluti per gara 2.

CRONACA DELLE GARE Allo start di gara 1 è subito Moccia davanti a Walter Meloni, Tresoldi, Trentin. Già dopo le prime curva Prinoth riesce a guadagnare la quarta posizione sulla Leon Racer del Team Dinamic, mentre Bergamaschi va in testacoda sulla RCZ. Nelle prime battute si lotta per il secondo posto tra le BMW di Tresoldi e Meloni e per il quinto tra Montalbano, Trentin e Filippo Zanin, primo di Divisione Super 2000 con il settimo posto assoluto. Al terzo giro la spunta Meloni, con Tresoldi e Prinoth che restano ai ferri corti, mentre poco più indietro Massimo Zanin supera in piena rimonta la Civic di Dall’Antonia per l’ottavo posto, secondo di Super2000. Un’indecisione alla Prima Variante costa il quarto posto a Prinoth che deve cedere a Montalbano e, nella tornata seguente, anche a Trentin con il quale resta in lotta. Intanto in testa alla gara Moccia procede con un passo inavvicinabile per la concorrenza con ben 30 secondi di

vantaggio sulle BMW di Meloni e Tresoldi seguite a tre secondi da Montalbano, Trentin, Prinoth, Filippo Zanin, Nataloni, Massimo Zanin e Dall’Antonia. Con questa Top-10 tutto il gruppo si porta alle soste obbligatorie che una volta terminate restituiscono una gara con Busnelli, che riceve lo scettro di comando da Moccia, Paolo Meloni, a sua volta sul sedile occupato fino a quel momento da Tresoldi ed a seguire Gibbin, Pellegrini e Veglia subentrati rispettivamente a Montalbano, Trentin e Prinoth. Costretto a rispettare il maggior handicap tempo per i risultati finora conseguiti, Ferraresi, subentrato a Walter Meloni, entra in gara dal sesto posto per poi recuperare subito una posizione dopo un’uscita nelle vie di fuga di Gibbin, poi costretto ai box ed a riprendere solo 12esimo. Nel finale le posizioni si consolidano con i soli Veglia e Pellegrini a dare spettacolo con le Leon Cup Racer. A spuntarla al termine di un duello appassionante è Veglia, complice un dritto di Pellegrini, ma rinunciando al podio che invece arriva nelle mani di Ferraresi con le Leon Cup Racer senza più benzina negli ultimi metri.

Alla partenza di gara 2, è il poleman Ferraresi ad esprimere lo spunto migliore e ad infilarsi così davanti a tutti alla Prima Variante, con Busnelli, Veglia, Gibbin e Filippo Zanin, che si accodano alle sue spalle. Sul traguardo del primo giro arriva il primo colpo di scena con Busnelli che rallenta improvvisamente lasciandosi superare dagli inseguitori. Veglia e Gibbin salgono al secondo e terzo posto, mentre alle loro spalle sono Paolo Meloni e Matteo Zangari in rimonta dalle ultime posizioni dopo i problemi in qualifica. In Super 2000 si lotta per la nona posizione assoluta ed il secondo posto alle spalle di Zanin dove Alberto Fumagalli si difende da Massimo Zanin e da Samuele Piccin, poi costretto al ritiro. In testa alla gara Ferraresi guadagna margine, mentre alle sue spalle sale Paolo Meloni dopo aver regolato Gibbin e Veglia che così precedono,

Zangari, Pellegrini e Filippo Zanin, settimo. Alle loro spalle Massimo Zanin riesce ad avere la meglio su Fumagalli per il secondo posto di Divisione ed al termine di un duello ai ferri corti, mentre nel corso dell’ottavo giro Zangari è costretto ai box e Gibbin si ferma per poi riprendere. Quando viene aperta la corsia box per le soste obbligatorie Ferraresi è in testa con circa sei secondi su Paolo Meloni ed a seguire Veglia, Pellegrini, Filippo Zanin, Gibbin, Massimo Zanin, Alberto Fumagalli, Minach e Busnelli che chiude la Top-10 dopo essersi fermato ai box. Una volta completata la fase di neutralizzazione, Tresoldi, dopo aver raccolto il volante da Paolo Meloni, si porta in testa davanti a Prinoth e Trentin, subentrati rispettivamente a Veglia e Pellegrini. Walter Meloni, dopo il maggiore handicap tempo scontato dal compagno di vettura Ferraresi, è invece quarto davanti a Riccardo Fumagalli, primo di Super 2000 per il maggior handicap di Filippo e Massimo Zanin. Alle loro spalle Minach cede a Moccia che inanella giri veloci in rimonta, mentre al 18esimo giro si ricompone il podio di Super 2000 con Filippo e Massimo Zanin che riescono ad avere ragione di Fumagalli. Alle spalle di Tresoldi che procede in testa solitario, Prinoth e Trentin replicano il duello del mattino con il pilota del Target Competition che arriva lungo alla Prima Variante e lascia strada all’avversario del Team Dinamic, così secondo. Nel finale Moccia è costretto al definitivo ritiro, mentre Walter Meloni è scatenato e risale al secondo posto dopo aver superato le Leon Cup Racer, ancora una volta rallentate da problemi di pescaggio.

CAMPIONATO ITALIANO TURISMO ENDURANCE CLASSIFICHE

GARA 1 1) Moccia-Busnelli (SEAT Leon Cupra SP DT Motorsport) , 24 giri in 50'36.460 a 164,835 km/h; 2) Tresoldi-MeloniP. (BMW M3 E46 W&D Racing Team) a 33.034; 3) MeloniW.-Ferraresi (BMW M3 E46 W&D Racing Team) a 1'07.848; 4) Prinoth-Veglia (SEAT Leon Cup Racer Target Competition) a

1'30.152; 5) Trentin-Pellegrini (SEAT Leon Cup Racer Team Dinamic) a 2'16.752; 6) ZaninF. (BMW 320i S2.0 Promotorsport) a 1 giro; 7) ZaninM. (BMW 320i S2.0 Promotorsport) a 1 giro; 8) PeruccaOrfei-Brambilla (Peugeot RCZ Cup 2T Reglage & Course) a 1 giro; 9) Dall'Antonia-PiccinS. (Honda Civic S2.0 ASD Super 2000) a 1 giro; 10) FumagalliR.-FumagalliA. (BMW 320i S2.0 Zerocinque Motorsport) a 2 giri. Giro più veloce n.11 di Moccia in 2’00.799 a 172.640 km/h.

GARA 2 1) Tresoldi-MeloniP. (BMW M3 E46 W&D Racing Team) , 24 giri in 51'25.281 a 162,226 km/h; 2) MeloniW.-Ferraresi (BMW M3 E46 W&D Racing Team) a 25.143; 3) Trentin-Pellegrini (SEAT Leon Cup Racer Team Dinamic) a 27.335; 4) Prinoth-Veglia (SEAT Leon Cup Racer Target Competition) a 1 giro; 5) ZaninF.- (BMW 320i S2.0 Promotorsport) a 1 giro; 6) ZaninM.- (BMW 320i S2.0 Promotorsport) a 1 giro; 7) FumagalliR.-FumagalliA. (BMW 320i S2.0 Zerocinque Motorsport) a 1 giro; 8) Minach (Renault New Clio S2.0 Autostar) a 1 giro; 9) Moccia-Busnelli (SEAT Leon Cupra SP DT Motorsport) a 5 giri; 10) Barin-Porrini (Alfa Romeo 147 Tdi D2.0 ) a 5 giri. ) Giro più veloce n.14 di Moccia in 2’01.016 a 172.330 km/h. CLASSIFICHE CAMPIONATO

SUPER PRODUCTION 1) Ferraresi Matteo (BMW M3 E46 B3.6 W&D Racing Team), 94; 2) Meloni Paolo (BMW M3 E46 B3.6 W&D Racing Team), 80; 3) Tresoldi Massimiliano (BMW M3 E46 B2.0T W&D Racing Team), 80; 4) Busnelli Giancarlo (Seat Leon Cupra SP B2.0T DTM), 74; 5) Moccia Luigi (Seat Leon Cupra SP B2.0T DTM), 47; 6) Pellegrini Marco (Seat Leon Cup Racer B2.0T Team Dinamic), 43; 7) Trentin Mauro (Seat Leon Cup Racer B2.0T Team Dinamic), 30; 8) Barri Giacomo (Seat Leon Cupra SP B2.0T DT), 27; 9) Meloni Walter (BMW M3 E46 B3.6 W&D Racing Team), 27; 10) Zangari Matteo (Seat Leon Cupra LR B2.0T TJEmme), 25; 10) Zangari Federico (Seat Leon Cupra LR B2.0T TJEmme), 25.

SUPER 2000 1) Zanin Filippo Maria (BMW 320i S 2.0 ), 100; 2) Zanin Massimo (BMW 320i S 2.0 ), 77; 3)

Piccin Samuele (Honda Civic S 2.0 ), 63; 4) Dall'Antonia Romy (Honda Civic S 2.0 ), 63; 5) Fumagalli Alberto (BMW 320i S 2.0 ), 55; 6) Fumagalli Riccardo (BMW 320i S 2.0 ), 55; 7) Minach Istvan (Renault Clio RS S 2.0 ), 54; 8) Piccin Camillo (Honda Integra S 2.0 ), 26; 9) De Luca Rino (Honda Integra S 2.0 ), 26.


2014-06-03 - 10004