La pole position è di Jacopo Faccioni su Osella Scuderia NT

La pole position è di Jacopo Faccioni su Osella Scuderia NT

Il campione in carica forlivese impone il primato cronometrico davanti a Davide Uboldi (Osella - Uboldi Corse Pata) in crescita prestazionale dopo i problemi nelle prove libere. Terzo Claudio Francisci (Lucchini Alfa Romeo CN4 SCI), primo nella classe riservata alle 3 litri


Confermando il primato cronometrico espresso già nelle prove libere, è Jacopo Faccioni a conquistare la pole position per il secondo round del Campionato Italiano Prototipi in corso nell'autodromo di Adria.

Con il tempo di 1'13.812, a 131,783 km/h di media, il giovane forlivese della Scuderia NT ha infatti costretto alle sue spalle tutta la concorrenza, mai in grado di impensierire il campione in carica.

Il suo principale rivale, Davide Uboldi, è riuscito ad avvicinare il giusto set-up ed i tempi da primato solo nel finale del turno di qualifica, rincorrendo invece le scelte d'assetto ideali in entrambe le sessioni di prove libere.

Per il pilota della Osella Uboldi Corse Pata l'unica nota positiva arriva proprio dal distacco che, dal picco superiore al secondo e messo sofferto nel secondo turno, è riuscito a ridursi a sei decimi dalla pole.

Alle spalle dell'alfiere Uboldi Corse Pata, Claudio Francisci (Lucchini Alfa Romeo CN4 SCI) si è confermato in terza posizione a meno di sei decimi dalla Osella del comasco, mentre Ranieri Randaccio (Lucchini CN2 SCI) guadagna il quarto posto migliorando costantemente i tempi sul giro dalle libere alle qualifiche.

Filippo Vita (Ligier CN2 PAI) e Davide Pigozzi (Lucchini Alfa Romeo CN4 - Uboldi Corse Pata) seguono al quinto e sesto posto.

Da segnalare, inoltre, che su richiesta unanime dei partecipanti, in occasione delle Prove Libere i Commissari Sportivi hanno deciso di derogare alla prescrizione regolamentare (art. 26) che, per tutto il weekend della manifestazione (prove libere, prove ufficiali e gare), impone l'uso di massimo 6 pneumatici slick nuovi e 4 punzonati nella gara precedente. L'iniziativa si è resa necessaria in ragione delle difficoltà registrate dalle squadre nella scelta delle gomme, quest'anno nuove (Michelin invece che Avon) e soprattutto disponibili in

misure differenziate e tali, perciò, da richiedere diversificate scelte d'assetto.

Tra le curiosità del weekend va anche segnalato come Faccioni abbia anche tentato di abbassare la sua stessa pole position fatta segnare con il tempo di 1'13.298, a 132,708 km/h di media, nel 2012, l'ultimo anno nel quale i Prototipi hanno fatto tappa nella pista rodigina. Il tentativo non ha avuto successo anche se per soli cinque decimi, dovuti, secondo il pilota forlivese, alla temperature torride registrate oggi in pista e ben diverse da quelle autunnali della precedente occasione.

Domani sarà dato il via alle due gare alle 10.50 e 15.10 entrambe sulla distanza di 20 minuti + 1 giro. La griglia di partenza di gara 1 è stilata sulla base dei risultati delle prove ufficiali di qualificazione, mentre la griglia di gara 2 è definita per inversione dell'ordine di arrivo di gara 1.


2014-06-08 - 5945