Uliana nel Suzuki Challenge, nozze d'oro con Suzuki

Uliana nel Suzuki Challenge, nozze d'oro con Suzuki

In gara all'Italian Baja di Primavera su Grand Vitara di Gruppo T2


Ormai è chiaro, si tratta di un matrimonio indissolubile. Alessandro Uliana e Suzuki, il driver di San Donà di Piave fedelissimo alla Casa giapponese. Dopo aver macinato rally a tutto spiano con le vetture di Hamamatsu, conquistando trofei su terra e asfalto, ora ha deciso di calarsi in una nuova avventura, il Suzuki Challenge nell’ambito del Campionato Italiano Cross Country Rally. “Lo scorso giugno mi è stata data la possibilità di correre all’Italian Baja mondiale con un Grand Vitara di Emmetre Racing – racconta Alessandro – ma una serie d’inconvenienti non mi ha fatto apprezzare l’esperimento. Adesso voglio riprovarci in una dimensione diversa, non più con una macchina da assoluto, ma un Grand Vitara del Gruppo T2, cioè un veicolo produzione”. Prima un contatto con Massimo Nicoletti, patron di Emmetre Racing, braccio operativo di Suzuki Italia in campo gara. Poi l’accordo con il trevigiano Elvis Borsoi, pilota e team manager, che gli ha prospettato l’utilizzo di un suo mezzo preparato dall’officina Collodel di San Pietro di Feletto. “Per ora cominciamo dall’Italian Baja di Primavera, poi rifarò la gara mondiale, il resto si vedrà. Qui ho tanto da imparare e ringrazio Elvis per la fiducia”. Al fianco di Uliana come navigatore il fido Angelo Mirolo per condividere un passo importante, l’off-road come nuovo orizzonte di caccia.


2017-03-25 - 2054