Stefano Martinelli alla Targa Florio Dimenticare in fretta la doppia battuta d’arr