Rally d'Estate

Rally d'Estate

Ottimo risultato in fase di iscrizioni per la gara canavesana che vedrà al via 75 vetture moderne, 17 storiche e 13 della Regolarità Sport. Con il numero 1 scatterà il pilota di Rivarolo Giovanni Bausano, che sarà sfidato dal driver di Castellamonte Gianluca Tavelli e dal carmagnolese Gianfranco Vedelago. Le quote rosa sono rappresentate da Silvia Franchini e Caterina Costanzo nel rally e da Paola Travaglia nella regolarità. Due “stranieri” fra le storiche: il monegasco Riccardo Errani (Lancia Delta) e lo svizzero Pietro Galfetti (Opel Monza). Grande favorito, però, il biellese Ivan Fioravanti (Sierra Cosworth). Nella Regolarità Sport ci sarà anche una Porsche 356, il primo gioiello costruito dalla Casa di Stoccarda


Pieno successo della campagna iscrizioni del Rally d’Estate che ha raccolto l’adesione di 105 equipaggi per la gara che si svolgerà sabato e domenica prossimi, 5-6 agosto fra Cuorgné, sede di partenza e arrivo della manifestazione, Prascorsano, Vialfré e Borgiallo-Chiesanuova. “Siamo soddisfatti del risultato delle iscrizioni” dice Alessandro Meneghetti che guida l’Associazione Sportiva Dilettantistica Auto Sport Promotion di Ivrea organizzatrice dell’evento. “Il cambio di format imposto dalla federazione poteva non piacere ai piloti affezionati della gara canavesana, che invece hanno risposto positivamente”. Sono quindi 105 gli equipaggi che dovranno presentarsi sabato mattina, 5 agosto, alle verifiche a Cuorgné suddivisi in 75 moderne, 17 storiche e 13 regolaristi. Con il numero 1 sulle fiancate ci sarà il canavesano Giovanni Bausano affiancato da Andrea Scali con la Peugeot 207 S2000 usata nella Ronde del Canavese della primavera scorsa. A contendere il successo al velocissimo pilota di Rivarolo ci proveranno le due Mitsubishi Lancer del carmagnolese Gianfranco Vedelago con il valdostano Courthod (in versione R4) e Gianluca Tavelli affiancato da Nicolò Cottellero (N4); sempre in N4 partirà uno dei fedelissimi del Rally d’Estate, Fabio Gaudina con Ivan Barsica (Subaru Impreza N4). In Classe S1600 ci saranno Fabio Caveglia e Stefano Mazzetto che avranno a disposizione una Renault Clio S1600, mentre in Classe R3C duello tutto lombardo fra Marco Contini-Giusy Boscarini e Yuri Gandola-Maurizio Della Torre, entrambi su Renault Clio R3 Sport. Si presenta piuttosto animata la Classe R2B con sei equipaggi al via fra i quali spiccano i locali Andrea Castagna-Sara Farinella, che dovranno vedersela con altre tre Peugeot 208 VTI (Sangermani-Lovati, Vidale-Moro e Guizzetti-Chabloz) oltre alle due Citroën C2 dei valdostani Milliery-Milliery e Guizzetti-Chabloz. Simone e Gianfranco Negri sono i protagonisti della Classe A7, mentre in N3

sarà lotta scatenata fra ben otto Clio e una Opel Kadett GSI (Roberto Bizzini-Roberto Marsero), con i fratelli di Pont Canavese Roberto ed Erica Pogliano che dovranno arginare l’assalto dei cugini pinerolesi Silvano e Silvia Bianciotto al quarto tentativo di successo alla gara di Cuorgné e Francesco-Noemi Diaco, anche loro fra i fedelissimi del Rally d’Estate. In Classe K10 troviamo la Opel Corsa GSI di Fabrizio Ugo-Ilario Pellegrino, mentre la Honda Civic di Roberto ed Eliana Chapellu guiderà la cavalcata delle nove vetture di Classe A6, fra le quali da tenere d’occhio le Peugeot 106 di Antonio Rotella-Alessandro Rappoldi e di Pietro Giuseppe Teppa-Nicholas Caberlon. I valsusini Francesco Ambrosiani e Simona Caretti portano in gara una rara BMW 320 di Classe RS Plus, mentre Frediano Carlevato-Anna Ferraris saranno al via con una Renault Clio di Racing Start, sfidando la MG Rover ZR di Matteo Granelli-Sara Oliveri. Dieci gli equipaggi in Classe A5 con la Peugeot 106 di Alessio Sucato-Serena Manca ad aprire le fila. La Classe N2 si presenta come la più numerosa con Giacomo Bizzini-Angela Tufarelli (Citroën Saxo) ad aprire la fila immediatamente inseguiti dal ligure di Pinerolo Claudio Vallino con alle note Maurizio Vitali. In questa classe ci sarà anche l’unico equipaggio interamente femminile formato dall’aquilana Silvia Franchini (che proprio alla Ronde d’Estate 2016 esordì nel mondo dei rally) affiancata dalla valdostana Milva Manganone. A seguire cinque vetture di Classe A0 guidate dalla Cinquecento di Paolo Terrando-Lele Corollo, quindi quattro Peugeot 106 N1 con grandi favori per Roberto Giachetti-Franca Regis Milano e, a chiudere, le due Mitsubishi Colt RS Plus dei lombardi Ciotti-Lucini e di un’altra coppia senza la quale il Rally d’Estate non potrebbe nemmeno partire: Caterina Costanzo-Fabio Farinella. A scendere però per primi la pedana di Piazza Martiri di Cuorgné domenica mattina, 6 agosto, alle ore 7.31 saranno i 17

equipaggi delle auto storiche, guidati dal funambolo biellese Ivan Fioravanti, affiancato da Vincenzo Torricelli, Ford Sierra Cosworth, grande protagonista al recente Memorial Conrero dove ha chiuso terzo assoluto. A dare un tocco di internazionalità alla gara provvederanno il monegasco Riccardo Errani, che dividerà la sua Lancia Delta HF 16V con Stefano Bruzzese e una “vecchia” conoscenza dei rally canavesani lo svizzero Pietro Galfetti affiancato dal connazionale Fabrizio Barenco, sempre molto spettacolare con la sua Opel Monza 3.0. Da seguire anche le prestazioni dei biellesi Andrea Gibello-Lorenzo Pontarollo, Ford Sierra Cosworth e Claudio Bergo-Maurizio Trombini, Toyota Celica. I canavesani saranno rappresentati dalla Delta di Gianni Ollearis-Vittorio Bianco e dalla Opel Kadett GT/E di Claudio Ferron-Sophie Crepaldi. Infine fra le piccole si prospetta un bel duello fra le A112 Abarth di Paolo Raviglione-Martina Decadenti e Fabio Basso-Stefano Pistoresi. Chiuderanno la carovana le 13 vetture della Regolarità Sport che avranno come apripista d’eccezione la BMW M3 di Carlo Michela. In questa pattuglia da segnalare un equipaggio interamente femminile formato da Paola Travaglia-Valentina Vettoretto (Lancia Beta) e la presenza della Porsche 356B di inizio anni Sessanta dei pinerolesi Daniele Richiardone-Marco Montangero, un vero gioiello fra le storiche e primo modello a fregiarsi del marchio della Cavallina di Stoccarda. Grazie ad un gruppo di appassionati locali è nato un nuovo premio, un trofeo dedicato alla miglior performance di traverso! “E…state di traverso”. Sabato, durante la presentazione degli equipaggi verranno svelati tutti i dettagli! LE TAPPE FONDAMENTALI. Con la chiusura delle iscrizioni, avvenuta lunedì 31 allo ore 18.00 il Rally Day d’Estate è entrato nella fase calda. Il Road Book sarà consegnato venerdì 4 agosto al Risto Pub-In Piazza di Cuorgné, e nelle stesse giornate i concorrenti potranno

percorrere le speciali per le ricognizioni autorizzate. Sabato 5 agosto a partire dalle ore 9.00 si svolgeranno le verifiche sportive (Cuorgnè, vicolo Botta, ex istituto salesiano Morgando) e tecniche (Piazza Martiri della Libertà – Cuorgné) che si concluderanno alle ore 15.30. Nella stessa giornata, dalle 13.30 alle 16.50 ultimi test delle vetture da gara con lo Shake Down prima di presentarsi alle ore 19.30 in Piazza Martiri della Libertà per la parata serale di presentazione degli equipaggi e delle vetture. Domenica mattina 6 agosto, sveglia presto. Alle 7.31 partirà il primo concorrente, a bordo di una vettura storica, per affrontare i 265,50 km del rally, per tornare alla pedana di arrivo e festeggiare il vincitore alle ore 18.31. MEMORIAL PAOLO MENGHETTI. Oltre alle coppe per i successi assoluti, di Gruppo e Classe il Rally d’Estate premierà i più veloci con il Memorial Paolo Meneghetti offrendo l’iscrizione gratuita al 1° Rallye des Alpes du Mont Blanc (1-2 settembre, Verrès) ai vincitori delle Classi N1-N2-N3-A0-A5-A6 e fra le Storiche, ai più veloci Fino a 1300 unica, Fino a 1600 unica e Fino a 2000 unica. Inoltre ci sarà un premio per il miglior equipaggio canavesano previsto in tutte e tre le discipline presenti dell’evento: rally auto moderne, rally auto storiche, regolarità sport. Le prove speciali: PS 1-4-7, “Prascorsano” (Km 11,850, ore 8.12; 11.59; 17.04) . L’inizio prova dista appena 6,300 km dalla pedana di partenza e rappresenta una delle mille interpretazioni possibili di questa fantastica speciale, in conformazione assolutamente diversa da quella usata da un’altra gara moderna del 2017. Questa Prascorsano è stata in parte palcoscenico del Rally Lana quando era valido per il Campionato Europeo e del Città di Torino 2 Litri. La prova parte con un tratto molto tecnico in salita e tornanti fino a raggiungere Rivara. Da qui si tuffa in discesa su una sede stradale molto

stretta per poi passare a una pianeggiante e larga con continui cambi di ritmo da veloce a molto veloce sino ad arrivare a Pratiglione dove si torna a discendere verso il fine prova di Forno Canavese su una strada larga e veloce. ACCESSI: è possibile raggiungere Pertusio dalla strada provinciale 13 che collega Valperga con Busano; il doppio tornante di Rivara è facilmente raggiungibile dal paese andando in direzione Borgata Bel Boschetto, come la spettacolare inversione di Pratiglione è visibile una volta raggiunto il centro del paese. ZONE CONSIGLIATE: a Pertusio c’è un’inversione molto spettacolare, con una bella visibilità per il pubblico. A Rivara in un sol colpo d’occhio è possibile ammirare due inversioni in rapida sequenza seguite da uno spettacolare dosso nella zona del ponticello; infine nel paese di Pratiglione i con correnti dovranno affrontare un tornante del tutto nuovo, ben visibile per il pubblico. P. S. 2-5-6 “Vialfrè” (Km 5,090, ore 9.08; 14.20; 18.00) È diventata una classica con il Memorial Conrero storico del 2012, mentre i piloti locali ricorderanno la prima parte perché usata dal Rally del Canavese quando il fondo era ancora sterrato. Partenza in salita da Località San Grato di Agliè con una prima parte di misto veloce e sede stradale media. Subito scollinamento verso Vialfrè che via via diventa più veloce. Dopo una serie di curve più strette si giunge a Vialfrè con una bella curva su dosso. Si prosegue su strada più larga in discesa per arrivare al punto più spettacolare della prova. Staccata in discesa e inversione a sinistra in salita. Breve tratto in salita con nuovo restringimento della sede stradale e poi nuovo scollinamento. La parte finale si snoda tra alcune curve ad angolo retto e brevi rettilinei su strada pianeggiante. ACCESSI: la Prova Speciale è caratterizzata da alcuni accessi, all’inizio, a metà, e a fine prova. ZONE CONSIGLIATE: I punti più spettacolari si trovano vicino al centro abitato

di Vialfrè, e sono raggiungibili da San Martino Canavese e da Cuceglio. Uno scollinamento in curva e una bella inversione a breve distanza da poter vedere in zone sicure. P.S. 3-7 “Borgiallo Chiesanuova” (km 11,350 – ore 11.10 e ore 14.58) Classica prova, già protagonista della gara nelle passate edizioni, si snoda ad appena quattro chilometri dal Parco Assistenza. Partenza subito dopo l’abitato di Priacco. Primo tratto in salita, largo e veloce, fino a Borgiallo. Da qui la carreggiata si restringe e segue un tratto pianeggiante molto bello, fino a Chiesanuova. Da questo punto segue una parte in discesa molto tecnica con alcuni tornanti. Ultima parte della Prova in salita, quando la strada si allarga leggermente con tratti medio veloci e molto tecnici. ACCESSI: a inizio prova parcheggiando prima dell’abitato di Priacco. Fine prova a Pont Canavese località Faiallo. Accesso intermedio a Borgiallo, in paese. Altro accesso a Chiesanuova, al quale si arriva con una strada secondaria passando da Colleretto Castelnuovo, dopo si prende la strada per Santa Elisabetta, poi si svolta prima a sinistra in un tornante e poi a destra, quindi ancora più avanti destra e poi sinistra, verso Chiesanuova. ZONE CONSIGLIATE: In paese a Borgiallo dove ci sono due tornanti in successione molto spettacolari, con zona consigliata per il pubblico. A Chiesanuova, dove si possono vedere alcuni punti spettacolari, con zone dedicate al pubblico. In paese a Chiesanuova c’è anche un bar ristorante con ampia terrazza dove pranzando o cenando, si possono vedere passare le auto in gara comodamente seduti a tavola! Ufficio Stampa Sergio Zaffiro 3349260810 PROGRAMMA Venerdì 4 agosto, ore 9.00/12.00: consegna Road Book e materiale per le ricognizioni autorizzate (Risto Pub, Piazza Martiri – Cuorgné) Venerdì 4 agosto, ore 9.30/18.00: ricognizioni autorizzate Sabato 5 agosto, ore 10.00/14.30: verifiche sportive regolamentate (Comune di Cuorgné – Via Garibaldi, 9) Sabato 5 agosto, ore 10.30/15.00: verifiche tecniche regolamentate (Piazza Martiri della Libertà – Cuorgné) Sabato 5 agosto, ore 13.30/16.50: Shake down di 2,80 km Sabato 5 agosto, ore 16.30: pubblicazione elenco verificati e ordine di partenza Sabato 5 agosto, ore 19.30: Ingresso parco partenza e presentazione degli equipaggi Domenica 6 agosto, ore 7.31: Partenza primo concorrente (Piazza Martiri della Libertà – Cuorgné) Domenica 6 agosto, ore 8.12; 11.59 e 17.04: PS1-4-7, “Prascorsano” (Km 11,850) Domenica 6 agosto, ore 9.08; 14.20 e 18.00: P.S. 2-5-6 “Vialfrè” (Km 5,090) Domenica 6 agosto, ore 11.10 e 14.58: P.S. 3-7 “Borgiallo Chiesanuova” (km 11,350) Domenica 6 agosto, ore 9.39 – 12.45 e 15.38: Riordino di 30 minuti (Piazza Martiri della Libertà – Cuorgné) Domenica 6 agosto, ore 10.19 – 13.19 e 16.12: Parco Assistenza di 30 minuti (Piazza Ponte Vecchio – Cuorgné) Domenica 6 agosto, ore 18.31: arrivo primo concorrente, premiazioni in pedana (Piazza Martiri della Libertà – Cuorgné) Percorso: otto prove speciali; 265,50 km di percorso di cui 73,52 di prove speciali e 191,98 di trasferimento Vetture ammesse: Gara rally auto moderne: Saranno ammesse le seguenti vetture, conformi alle prescrizioni dell’All. J: Gruppo N (tutte le classi); Gruppo A (tutte le classi con esclusione delle WRC); Gruppo R (tutte le classi); Super 2000 (2.0 atmosferico - 1.6 turbo); Super 1600 (per queste vetture sarà possibile utilizzare degli "errata" scaduti, senza penalità); A8; K11; RGT con omologazione FIA; Racing Start; R1 Nazionale, Gruppo Prod S. Gruppo Prod E. Gara rally auto storiche: Vetture dal 1° al 4° raggruppamento dal periodo E al periodo J2 (fino al 1990). Gara Regolarità Sport: Vetture produzione costruite dal 1958 al 1981, dotate di fiche regolarità ACI-Sport. Vetture corsa costruite dal 1958 al 1990, dotate di fiche regolarità ACI-Sport o http. Memorial Paolo Meneghetti: premierà il migliore delle seguenti classi: N1-N2-N3-A0-A5-A6. Storiche, fino a 1300 unica-fino a 1600 unica-fino a 2000 unica. Per ogni classe il premio è l’iscrizione omaggio al 1° Rallye des Alpes du Mont Blanc. Premio nominativo non cedibile valido esclusivamente per la gara indicata. Premio miglior equipaggio canavesano: premierà il primo classificato tra gli equipaggi Canavesani (previsto in tutte e tre le discipline presenti: rally auto moderne, rally auto storiche, regolarità sport). Trofeo in palio. Ordine di partenza: Lo svolgimento prevede il transito dei concorrenti rally auto storiche, al seguito rally auto moderne, al seguito Regolarità Sport. L’Albo d’Oro Cuorgné, 9-10 agosto 2014: 1. Maurizio Diomedi-Mauro Turati (Ford Focus WRC), in 20’17”3; 2. Marco Colombi-Flavio Guerra (Peugeot 207 S2000), in 20’56”6; 3. Gianluca Tavelli-Nicolò Cottellero (Peugeot 207 S2000), in 21’03”0. Partiti 107, classificati 84. Cuorgné, 8-9 agosto 2015: Marco Colombi-Mauro Turati (Škoda Fabia WRC), in 20’10”2; 2. Elwis Chentre-Walter Nicola (Abarth Grande Punto S2000), in 20’30”1; 3. Augustino Pettenuzzo-Elio Tirone (Ford Focus RS WRC), in 20’31”3. Partiti 105, classificati 83. Cuorgné, 6-7 agosto 2016: 1. Alessandro Gino-Marco Ravera (Ford Fiesta RS WRC), in 26’19”3; 2. Enrico Tortone-Cristiano Giovo (Ford Fiesta RS WRC), in 27’00”7; 3. Gianluca Tavelli-Nicolò Cottellero (Škoda Fabia S2000), in 27’08”1. Partiti 88, classificati 65.
2017-08-02 - 12847

Rally Estate