Alpe del Nevegal: Merli vince gara 1

Alpe del Nevegal: Merli vince gara 1

Il trentino Christian Merli su Osella FA 30 Zytek al primo turno di gara ottiene il miglior crono in 2'26.84, che vale il nuovo record del tracciato. A oltre 2'' di distacco Cubeda sempre su Osella. Terzo posto per Omar Magliona sulla Norma M20 FC E2SC 3000


L’Alpe del Nevegal inizia subito a regalare emozioni al pubblico del Campionato Italiano Velocità Montagna. Al termine della prima salita di gara infatti è già nuovo record del tracciato per Christian Merli. I primissimi verdetti della stagione vedono il trentino confermare le indicazioni fornite durante le prove di ieri, affermandosi su livelli elevatissimi. Il driver della Vimotorsport ha sfruttato al massimo la sua conoscenza del tracciato ottimizzando la vettura per registrare lo straordinario 2’26.84, che vale ufficialmente il nuovo record del Nevegal. Merli riesce quindi a migliorare anche in gara il suo stesso primato risalente al 2015, abbassando di circa due secondi e mezzo il vecchio tempo di 2’29.30. L’exploit del leader non scoraggia i rivali di classe E2SS 3000. Riesce ad ottenere un buon crono sulla prima salita anche l’esperto pilota di Catania Domenico Cubeda, soddisfatto per la sua interpretazione fornita alla prima salita con la sua Osella, che risponde con segnali confortanti anche in gara. Terzo crono assoluto per il sardo Omar Magliona che migliora notevolmente la sua prova rispetto alla vigilia, al volante Norma M20 FC E2SC 3000 supportata brillantemente da CST Sport.
Meno fortunata la prima manche di gara per l’altro trentino supportato dalla Vimotosport Diego De Gasperi, che ravvisa problemi al cambio già dai primi chilometri della salita, che comunque non gli impediscono di portare a termine la prova, conclusa al quarto posto con un ritardo di 6.34’’ dal leader. Ottimo l’esordio ufficiale al Nevegal per il giovane Francesco Conticelli su Osella PA 20 E2SC 2000, che riesce a guadagnare la vetta di classe oltre al quinto posto assoluto. Paga un distacco di oltre 2’’ l’esperto Francesco Leogrande anche lui su Osella 2000 cc. Buon esordio per un altro giovane emergente, il sardo Giuseppe Vacca soltanto alla sua terza gara su Osella, ma già riuscito a trovare un feeling adeguato dopo le prove bagnate di ieri.
Esperienza

positiva anche per Federico Liber, che non nasconde buoni propositi in ottica di campionato, posizionandosi al comando della speciale classifica riservata alle vetture con motore di derivazione motociclistica. La sua Gloria C8P Evo lo porta alla leadership tra le E2SS 1600 guadagnando anche la nona posizione assoluta. Alle sue spalle per la particolare graduatoria si piazza Enrico Zandonà su Formula 3, anche lui autore di una prestazione consistente alla prima esperienza sul tracciato. Chiude la selezione dei primi dieci posti assoluti il talentuoso Michele Fattorini, rallentato dalla perdita della copertura posteriore della sua Osella FA 30 Zytek di classe E2SS che gli costa un ritardo consistente rispetto alla vetta.
Appare piuttosto contento della sua prima gara tra le E2SH 2000 Manuel Dondi che lancia la sua Fiat X 1/9 al comando della classe. Il giovane emiliano è riuscito a offrire una prestazione consistente nonostante le scarse indicazioni ricevute nelle manche preparative del sabato. Si mantiene cauto quanto propositivo l’esperto driver foggiano Lucio Peruggini, che mantiene il pronostico guidando la sua Ferrari 458 al comando tra le GT. Al secondo posto tra le supercar, distanziato di circa sei decimi di secondo si piazza il giovane Luca Gaetani che paga la minore esperienza, ma comunque autore di una prima manche degna di nota sempre su una rossa di Maranello. Image

Avvincente la battaglia tra le E1It dove la Lancia Delta di Marco Sbrollini precede con un margine consistente il rivale Mauro Soretti, rallentato evidentemente da un problema ai freni che accentua un feeling ancora imperfetto al volante della Subaru Impreza.
Impatto convincente alla gara da parte dell’esperto trentino Rudy Bicciato, che riprende con successo l’interpretazione mostrata nelle prove imponendo la sua Mitsubishi Lancer Evo al comando tra le A, unico di classe a scendere sotto i 3’. Ottimo avvio di giornata per Ivano Cenedese, che si conferma in testa tra

le Racing Start Plus in 3’11.97 con la sua Renault Clio RS, rendendolo già soddisfatto per aver raggiunto l’obiettivo personale di migliorarsi in gara.
Buona la prima salita anche per Antonio Scappa che si piazza in prima di classe RS seminando le altre Mini JCW ribadendo con successo il distacco preannunciato dalle prove del sabato.
CLASSIFICA ASSOLUTA GARA 1: 1. C.Merli – Osella FA 30 Zytek E2SS 3000 in 2'26.84; 2. D.Cubeda – Osella FA 30 Zitek E2SS 3000 a +2.69; 3. O.Magliona - Norma M20 FC E2SC 3000 a+ 2.78; 4. D.De Gasperi – Osella FA 30 Zitek E2SS 3000 a +6.34; 5. F. Conticelli - Osella PA 2000 E2SC 2009 a +8.45; 6. F. Leogrande – Osella PA 2000 E2SC 2000 a +10.88; 7. S.Castellano – Osella PA2000 E2SC 2000 a +12.78; 8. G. Vacca - Osella PA 2000 E2SC 2000 a +13.28; 9. F.Liber – Gloria C8P Evo E2SS 1600 a +13.92; 10. M. Fattorini – Osella FA 30 Zitek E2SS 3000 a +14.43;


2018-05-07 - 6328

Alpe del Nevegal De Gasperi
Alpe del Nevegal: Merli vince gara 1

Alpe del Nevegal Merli