XXVI Rallye Elba Storico-Trofeo Locman Italy: la prima tappa in mano a Riolo-Floris (Audi)

XXVI Rallye Elba Storico-Trofeo Locman Italy:  la prima tappa in mano a Riolo-Floris (Audi)

Spettacolo ed agonismo nella prima parte del Rallye, con il siciliano che ha cercato subito l’allungo dopo essere passato al comando ieri sera nonostante problemi all’idroguida. Domani il gran finale, con altri cinque impegni cronometrati. Le prime “defezioni” importanti hanno riguardato “Pedro” (motore) e “Lucky” (semiasse). Disponibile, da domani l’annullo filatelico speciale per il rallye, una “chicca” per collezionisti


E’il siciliano di Cerda (Palermo) Salvatore Riolo, affiancato dal livornese Alessandro Floris, su una Audi Quattro A2, il leader del XXVI RALLYE ELBA STORICO-TROFEO LOCMAN ITALY, che ha acceso i motori da ieri sera ed ha finito la prima tappa a Capoliveri oggi pomeriggio. La dodicesima prova del FIA EUROPEAN HISTORIC SPORTING RALLY CHAMPIONSHIP, oltre che ottava del CAMPIONATO ITALIANO RALLY AUTO STORICHE ha avviato alla grande le sfide con il cronometro senza farsi mancare momenti di suspance e spettacolo.

Dopo le prime schermaglie avviate ieri sera con anche la “piesse” spettacolo dentro Capoliveri, oggi la carovana dei 95 concorrenti che hanno preso regolarmente il via ci ha dato dentro in tutti gli appuntamenti cronometrati, senza farsi mancare anche i primi colpi di scena. Dopo aver vinto la prima prova “Lucky”-Pons (Lancia Rally 037) hanno gettato la spugna sulla seconda per rottura di un semiasse, poco prima aveva abbandonato anche “Pedro” (Lancia Rally 037) per difficoltà di surriscaldamento al motore ed anche Luigi Zampaglione (Porsche 911) aveva alzato bandiera bianca per una panne elettrica.

Nessun problema iniziale, invece per Riolo, che con la gara ha il classico “conto in sospeso”dopo aver sfiorato la vittoria con la stessa vettura due anni fa. Passato al comando per poi provare al prendere il largo con la terza prova speciale (la prima odierna), quando si č alzata anche la nebbia e si č affacciata anche un poco di pioggia, l’eclettico driver siciliano ha patito poi l’indurimento dell’idroguida, nonostante il quale ha saputo tener testa a fior di avversari. Poi, ha dovuto soffrire ancora con lo stesso problema durante la quarta prova e nella successiva quinta, dopo la quale si era visto sorpassare al comando dal piemontese Enrico Brazzoli, in coppia con Paola Valmassoi sulla Lancia Rally 037.

La leadership del pilota cuneese č durata poco: sull’ultimo appuntamento competitivo, la sesta

chrono, č arrivata pronta la reazione di Riolo che, risolti i problemi che lo avevano messo in ginocchio, ha sferrato l’attacco chiudendo quindi la prima tappa con 11”6 di vantaggio su Brazzoli stesso, primo anche del 4° Raggruppamento. Terzo, a 18”2, č per adesso il corso Marc Valliccioni, con Marie Cardi alle note, al via su una ammiratissima Renault 5 turbo (primo del 3° Raggruppamento). La quarta posizione assoluta č per il bresciano Nicholas Montini, il vincitore del 2013, affiancato da Belfiore, su una Porsche 911 RSr (in testa al 2° raggruppamento). La gara ha messo in mostra una notevole bagarre, tanto tirata quanto spettacolare: ai piedi del podio il confronto si č infiammato nel terzo raggruppamento, con il sammarinese Giuliano Calzolari, tanto veloce quanto anche redditizio e funambolico con la sua Ford Escort RS, opposto soprattutto a Valliccioni. Alla fine il pilota del Titano ha finito quinto davanti alla Porsche 911 del valtellinese Lucio Da Zanche.

Nel primo raggruppamento il leader provvisorio č il milanese Luigi Capsoni, con la Alpine A110 e per la gioia del sempre appassionato pubblico locale, si č registrata una notevole performance di Riccardo Galullo, in coppia con Pieri sulla loro gialla Fiat 128 Rally, con la quale hanno terminato la prima tappa in 24^ posizione assoluta. Nel Trofeo A112 Abarth, ultimo appuntamento della serie con le due tappe che sono due distinte gare per punteggio, la prima giornata l’ha fatta sua il perugino Giorgio Sisani.

Il Rallye“Graffiti”, valido per il FIA TROPHY FOR REGULARITY RALLIES, in pratica il Campionato continentale (č la quinta delle otto prove a calendario) ed il 1° Historic Regularity Sport stanno partendo in coda al rally, esaltandosi nel confronto al centesimo di secondo, anche con controlli a sorpresa. Domani , sabato 20 settembre il gran finale, con ulteriori cinque tratti cronometrati: le sfide si avvieranno alle 08,30 e la bandiera a

scacchi, sempre a Capoliveri, sventolerà a partire dalle ore 15,40.

L’ANNULLO FILATELICO SPECIALE Dopo il grande successo dell’edizione dello scorso anno, quella dei 25 anni del Rallye, si č fatto il bis. Il bis dell’annullo filatelico speciale disponibile da domani sabato 20 settembre. Un ufficio postale distaccato delle Poste Italiane sarà dislocato in Piazza Matteotti a Capoliveri, presso il quale sarà possibile avere materiale da collezione: oltre all’annullo filatelico temporaneo sarà possibile avere cartoline commemorative ed un folder ovviamente dedicato al Rallye Isola d’Elba.


2014-09-20 - 8392