Angel Nieto Team MTR Raffaele Fusco Misano

Angel Nieto Team MTR Raffaele Fusco Misano


Primo weekend di gare per l'Angel Nieto Team - MTR nel Campionato Italiano Velocità con Raffaele Fusco nella classe Moto3. Il talento azzurro FMI #77 si è confermato fin da subito uno dei protagonisti della categoria, in lotta per il campionato, nonostante un malessere fisico che lo ha interessato dalle prime fasi del round.

Turno dopo turno l'alfiere KTM ha stretto i denti ed è riuscito a migliorarsi e a prendere sempre più confidenza con la nuova moto classificandosi col sesto crono in griglia di partenza. In gara1 Fusco ha militato nel gruppetto di testa fino a tre giri dalla fine quando, incolpevole, è stato costretto al ritiro per un contatto con un altro pilota che ha provocato l'inevitabile caduta. Determinato a rifarsi, Fusco in gara2 scatta subito forte dalla seconda fila portandosi in testa alla corsa. Il dolore fisico alla caviglia però non gli ha permesso di essere incisivo e competitivo come avrebbe voluto. In bagarre fino all'ultimo giro per il podio, il portacolori dell'Angel Nieto Team - MTR ci prova all'ultima curva per riuscire a batterli in volata ma un errore lo porta fuori pista con una scivolata. Due epiloghi sfortunati che hanno compromesso un weekend in crescendo purtroppo con due zero. Consapevoli del proprio potenziale e dell'ampio margine di miglioramento, team e pilota guardano con fiducia al 2° Round del Campionato.

Il prossimo appuntamento è previsto il 27 e 28 aprile al Mugello Circuit per il 3-4 Round.

Raffaele Fusco #77: "Il problema alla caviglia purtroppo non ci ha abbandonato per l'intero weekend, ma ho stretto i denti e ho cercato di fare del mio meglio. La moto è buona e abbiamo un buon margine di miglioramento, devo solo trovare il giusto feeling per poterlo sfruttare al meglio. Purtroppo ieri siamo stati vittima di una dinamica di gara che ci ha costretti al ritiro e oggi invece il dolore era troppo forte e ho perso di lucidità sul finale. Sono riuscito a prendere

addirittura la testa della corsa ma la bagarre è ardua e per me non è stato possibile mantenere la posizione. All'ultima curva sono entrato forte per potermi giocare il podio ma sono scivolato. Mi dispiace per questo zero in campionato ma sono sicuro che al Mugello sapremmo rifarci. Arriverò molto più preparato curando il problema alla caviglia e l'obiettivo sarà solo uno: il podio."


2019-04-01 - 6415