Nido dell'Aquila: domani torna lo spettacolo su terra

Nido dell

Il Campionato Italiano Rally Terra torna in scena grazie al Rally Nido dell'Aquila, organizzato da PRS Group, quarto appuntamento della stagione, di fatto il primo del girone di ritorno


La macchina organizzativa del Rally Nido dell’Aquila è in piena attività. Infatti in casa PRS Group sono pronti ad ospitare gli equipaggi che si sono iscritti al quarto appuntamento della stagione, per quanto riguarda il Campionato Italiano Rally Terra. In giornata si sono svolti gli ultimi controlli sulle prove speciali, così come la parte operativa sta iniziando a prendere forma, attraverso l’allestimento del parco assistenza, ubicato a Nocera Umbra, in zona San Felicissimo, piuttosto che l’area riservata alla partenza e all’arrivo, allestita in Piazza Umberto I°, nel cuore di Nocera Umbra. Dunque la macchina organizzativa è pronta e già attiva per questo importante appuntamento e l’attesa, mista a curiosità, si fa sempre più intensa. Domani mattina, alle 8.30, inizieranno le verifiche sportive, seguite da quelle tecniche, atti dovuti, oltre che obbligatori, per poi poter formare l’ordine di partenza che consentirà agli equipaggi ammessi, di salire, dalle 20.01, sulla pedana allestita nel centro della cittadina umbra. Gara molto difficile e tecnica, grazie alle classiche due prove speciali del "Monte Pennino" e di "Lanciano" che si percorreranno tre volte per un totale di circa 53 chilometri cronometrati, all'interno di un percorso lungo 223 chilometri. Dunque sei prove speciali complessive che avranno il compito di verificare le aspettative dei molti pretendenti ai piani alti della classifica. Gara che probabilmente dovrà fare i conti anche con il meteo e dunque equipaggi che nelle note dovranno prevedere anche la possibilità di pioggia che appunto potrebbe arrivare per domenica, giornata interamente dedicata al cronometro, che fin dalle 8.51 diverrà l’osservato speciale. Chi però non vorrà aspettare domenica per ammirare i funamboli del controsterzo, potrà seguirli domani, a partire dalle 11.00, considerato che in zona Bagnara - Monte Alago, è previsto lo shakedown. Praticamente una sorta di prove ufficiali, fondamentali per deliberare le vetture che

saranno poi utilizzate in gara. Dunque occhi puntati sui tanti possibili protagonisti, ma una particolare attenzione andrà rivolta al quartetto dei primi, con Dalmazzini, Costenaro, Ceccoli e Marchioro, divisi da pochissimi punti. In più, tanta attenzione la meriterà il boliviano “Marchito” Bulacia. Il sedicenne ha dimostrato sulla terra di andare veramente veloce e non ha mai sfigurato nel confronto con gli specialisti, ma anche nei confronti dei frequentatori del Campionato Italiano Rally. Peccato che, non essendo un pilota della UE o di paesi assimilati, non può prendere punti per il campionato, ma certamente potrà contribuire allo spettacolo.


2017-09-09 - 2963

Nido dell'Aquila