Dindo Capello torna e vince la gara-sfida a Monza

Dindo Capello torna e vince la gara-sfida a Monza

Nel pomeriggio di oggi è andato in scena il primo turno di qualifiche seguito dalla spettacolare gara sprint: in 10 minuti Dindo Capello ha conquistato la vittoria davanti a Giovanni Altoè e Cosimo Barberini


Oggi sul circuito di Monza è andata in scena la prima gara-sfida, una spettacolare novità introdotta dal campionato italiano TCR DSG Endurance: dopo il primo turno di qualifiche, infatti, si è disputata una vera e propria gara con partenza da fermi: 21 macchine lanciate per conquistare punti importanti in ottica campionato ma anche la pole position per la gara endurance di domani. Nelle qualifiche l’equipaggio di Cosimo Barberini e Carlotta Fedeli si è confermato il più veloce, conquistando la pole per la gara-sfida con 161 millesimi di vantaggio su Dindo Capello e 1 secondo su Alessandro Altoè. Quarto crono per l’equipaggio di Raffaele Gurrieri e Simone Patrinicola sulla Volkswagen davanti all’Audi di Pelatti e Volpato e alla Golf di Nicoli e Cenedese. A completare la top ten, Massimiliano e Nicolò Pezzuto, padre e figlio sulla Gold di Nos Racing, Ermanno Dionisio e Giacomo Barri sull’Audi di BF Motorsport, i fratelli Nicola e Guida Sciaguato, e Roberto Russo, entrambi su Cupra di BD Racing.

Image Tensione alle stelle per la gara-sfida, che ha catalizzato l’attenzione di tutti i presenti, e che è stata trasmessa in diretta sul nostro profilo Facebook con una telecamera a 360 gradi posizionata nell’abitacolo dell’Audi di Dindo Capello. Il campione piemontese è partito in seconda posizione ma al via ha lasciato sfilare davanti a sé Giovanni Altoè. Ritrovatosi terzo, si è lanciato all’inseguimento del veneto e del toscano Barberini, entrambi su Cupra. Alla fine del primo giro il tre volte vincitore della 24 Ore di Le Mans si era già portato al comando ed è riuscito ad incrementare il suo vantaggio per concludere con 6 decimi di vantaggio su Giovanni Altoè, con il terzo posto di Cosimo Barberini. Davvero un grande ritorno alle competizioni per Dindo Capello, che aveva appeso il casco al chiodo nel 2015. Vederlo guidare in scioltezza la sua Audi RS3 LMS TCR DSG davanti a tutti è stata una forte emozione per tanti appassionati che

hanno seguito la gara sprint da bordo pista. “A parte la partenza che ho ‘ciccato’ in pieno, perché ho scoperto stamattina che si sarebbe partiti da fermi e non lanciati e non avevo mai provato, ho perso due posizioni. Mi hanno aiutato i piloti alle mie spalle perché si sono trovati ai ferri corti fra di loro e io ne ho approfittato”, ha dichiarato Dindo Capello.

Quarto posto per Giuseppe Montalbano, dopo una feroce rimonta dalla dodicesima posizione in griglia, davanti a Daniele Verrocchio, partito undicesimo. Sesta piazza per Roberto Russo davanti ad Andrea Mabellini, in bagarre con Ermanno Dionisio. Nono Alberto Biraghi davanti a Raffaele Gurrieri. Da segnalare un contatto nelle prime fasi per il forte pilota toscano Sandro Pelatti, che nella foga della rimonta ha picchiato ed è comunque arrivato al traguardo.


2019-04-06 - 1314