FIA F2 Championship Spa-Francorchamps Arjun Maini Alessio Lorandi

FIA F2 Championship Spa-Francorchamps Arjun Maini Alessio Lorandi

I portacolori del Team Trident Arjun Maini e Alessio Lorandi sono stati autori di una gara combattuta a centro gruppo ed hanno chiuso ai margini della zona punti


Nella manche d’apertura del nono appuntamento stagionale del FIA Formula 2 Championship, di scena sul circuito delle Ardenne di Spa-Francorchamps, gli alfieri del Team Trident sono stati protagonisti di una corsa convincente per il ritmo gara, che li ha visti impegnati in numerosi duelli a centro gruppo. I due piloti rookie della scuderia italiana non sono però riusciti a inserirsi nella zona punti. Arjun Maini ha tentato la strategia di due pit-stop, riuscendo a risalire nelle fasi conclusive di gara fino alla quattordicesima posizione, che non rispecchia il buon potenziale della ventenne promessa di Bangalore, rallentata in pista da avversari più lenti. Per il diciannovenne driver bresciano Alessio Lorandi, la corsa di Spa Francorchamps coincideva con la seconda apparizione nella categoria. Il promettente teenager italiano, scattato dalla diciannovesima posizione in griglia, non ha commesso errori e, grazie ad un solido ritmo gara, ha colto un positivo tredicesimo posto. Ora i due giovani portacolori del Team Trident analizzeranno con lo staff tecnico i dati raccolti nella Feature Race e si concentreranno nella preparazione della Sprint Race, che si disputerà domani mattina alle ore 10:50 e chiuderà la tappa in terra vallone davanti al competente e numeroso pubblico del Gran Premio del Belgio.

Giacomo Ricci, Team Manager:
“Quella di Spa è una pista molto impegnativa e difficile da interpretare dal punto di vista tecnico. Eravamo ben consci che il tracciato belga avrebbe rappresentato un banco di prova decisamente complesso per due piloti all’esordio nella categoria come Arjun Maini e Alessio Lorandi, alla seconda presenza in assoluto nella seconda serie. Entrambi sono stati protagonisti di una corsa in crescendo e non hanno commesso errori: due fattori che mi rendono fiducioso in vista della Sprint Race di domani”.


2018-08-27 - 9014